Si può ripartire

Immagine di Jorge Cocco Santangelo – Cristo nel deserto

Dal libro della Gènesi 9,8-15
Dio disse a Noè e ai suoi figli con lui: «Quanto a me, ecco io stabilisco la mia alleanza con voi e con i vostri discendenti dopo di voi, con ogni essere vivente che è con voi, uccelli, bestiame e animali selvatici, con tutti gli animali che sono usciti dall’arca, con tutti gli animali della terra. Io stabilisco la mia alleanza con voi: non sarà più distrutta alcuna carne dalle acque del diluvio, né il diluvio devasterà più la terra».
Dio disse: «Questo è il segno dell’alleanza, che io pongo tra me e voi e ogni essere vivente che è con voi, per tutte le generazioni future. Pongo il mio arco sulle nubi, perché sia il segno dell’alleanza tra me e la terra. Quando ammasserò le nubi sulla terra
e apparirà l’arco sulle nubi, ricorderò la mia alleanza che è tra me e voi e ogni essere che vive in ogni carne, e non ci saranno più le acque per il diluvio, per distruggere ogni carne».

Dal Vangelo secondo Marco 1,12-15
In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano.
Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Nell’immagine che l’evangelista Marco ci dà del tempo vissuto da Gesù nel deserto, non si parla direttamente di tentazione, ma è come se Marco rievocasse il giardino di Eden e presentasse Gesù come il nuovo Adamo.
E’ come se con Gesù tutta la storia dell’umanità potesse vivere una ripartenza da quell’evento tragico rappresentato dal peccato dei progenitori. E’ come se con Gesù quella sfida alla nostra libertà rappresentata dal Tentatore fosse rimessa in gioco con un esito completamente diverso.
In questo si gioca l’esperienza delle “tentazioni”: nella nostra libertà siamo chiamati a scegliere se obbedire a Dio o al nostro desiderio di autodeterminazione, di potere, do dominio sulla nostra vita e sulla realtà.
Gesù nel deserto sperimenta questa possibilità ed esce vincitore dalla prova della libertà. Scegli di vivere da Figlio di Dio, perché, come ha detto la voce dal cielo subito dopo il battesimo al Giordano, lui è l’amato, colui in cui Dio ha posto il suo compiacimento. Forte di questa consapevolezza, Gesù sceglie di rimanere obbediente al Padre e di cercare nell’obbedienza a Lui la via della pienezza di vita.

Ecco perché Gesù può annunciare il vangelo di Dio: è compiuto il tempo nuovo in cui l’uomo, in Cristo, può vivere da figlio e sperimentare quel regno che era perduto a “causa del primo Adamo”. Questa è la nuova possibilità che ci è concessa: a noi tocca il percorso per convertirci, cambiare il nostro cuore e la nostra mente per vivere da figli di Dio.

Una buona notizia: nel deserto Gesù vince la tentazione che ci pone in antagonismo rispetto a Dio e accoglie la possibilità, che in lui è concessa a tutti, di vivere da Figlio di Dio.

Per pregare: dal Salmo 24
Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua fedeltà e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza.

Ricòrdati, Signore, della tua misericordia
e del tuo amore, che è da sempre.
Ricòrdati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

Buono e retto è il Signore,
indica ai peccatori la via giusta;
guida i poveri secondo giustizia,
insegna ai poveri la sua via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.