Si o no?

Dal libro del profeta Sofonìa 3,1-2.9.13
Così dice il Signore: «Guai alla città ribelle e impura,
alla città che opprime!
Non ha ascoltato la voce, non ha accettato la correzione.
Non ha confidato nel Signore, non si è rivolta al suo Dio».
«Allora io darò ai popoli un labbro puro,
perché invochino tutti il nome del Signore
e lo servano tutti sotto lo stesso giogo.
Da oltre i fiumi di Etiopia coloro che mi pregano,
tutti quelli che ho disperso, mi porteranno offerte.
In quel giorno non avrai vergogna
di tutti i misfatti commessi contro di me,
perché allora allontanerò da te tutti i superbi gaudenti,
e tu cesserai di inorgoglirti sopra il mio santo monte.
Lascerò in mezzo a te un popolo umile e povero».
Confiderà nel nome del Signore il resto d’Israele.
Non commetteranno più iniquità
e non proferiranno menzogna;
non si troverà più nella loro bocca
una lingua fraudolenta.
Potranno pascolare e riposare senza che alcuno li molesti.

Dal Vangelo secondo Matteo 21,28-32
In quel tempo, Gesù disse ai capi dei sacerdoti e agli anziani del popolo: «Che ve ne pare? Un uomo aveva due figli. Si rivolse al primo e disse: “Figlio, oggi va’ a lavorare nella vigna”. Ed egli rispose: “Non ne ho voglia”. Ma poi si pentì e vi andò. Si rivolse al secondo e disse lo stesso. Ed egli rispose: “Sì, signore”. Ma non vi andò. Chi dei due ha compiuto la volontà del padre?». Risposero: «Il primo».
E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: i pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio. Giovanni infatti venne a voi sulla via della giustizia, e non gli avete creduto; i pubblicani e le prostitute invece gli hanno creduto. Voi, al contrario, avete visto queste cose, ma poi non vi siete nemmeno pentiti così da credergli».

Di fronte all’invito alla conversione l’umanità di divide in due gruppi. Non importa quello che è accaduto prima; non sono neanche importanti gli errori passati e neppure l’aver fatto parte di un altro popolo perché tutto si gioco nella risposta ad un invito che domanda conversione del cuore.
Coloro che accolgono l’invito e fanno spazio al Signore lo potranno incontrare, coloro che, invece, forti dei loro meriti, non si ritengono destinatari di quell’invito, rischieranno di rimanere esclusi da quell’incontro.

Non è sufficiente acconsentire a parole. Occorre che seguano dei fatti. E coloro che, a parola avevano rifiutato, potranno nei fatti smentire le loro affermazioni.

Se l’invito è rivolto a tutti, tutti si devono sentire coinvolti. Nessuno può dire: no mi riguarda, io sono a posto così! E potrà accadere che coloro che erano ritenuti marginali, avendo accolto l’invito all’incontro, si trovino coinvolti nell’esperienza del Regno di Dio. Coloro che invece pensavano di farne parte per diritto acquisito, potranno esserne esclusi.

Una buona notizia: l’invito all’incontro con il Signore è per tutti. Nessuno è escluso per i peccati del passato. Occorre solo avere un cuore disponibile ad accogliere l’invito alla conversione che il Signore ci rivolge adesso.

Per pregare: dal Salmo 33
Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
Io mi glorio nel Signore:
i poveri ascoltino e si rallegrino.

Guardate a lui e sarete raggianti,
i vostri volti non dovranno arrossire.
Questo povero grida e il Signore lo ascolta,
lo salva da tutte le sue angosce.

Il volto del Signore contro i malfattori,
per eliminarne dalla terra il ricordo.
Gridano i giusti e il Signore li ascolta,
li libera da tutte le loro angosce.

Il Signore è vicino a chi ha il cuore spezzato,
egli salva gli spiriti affranti.
Il Signore riscatta la vita dei suoi servi;
non sarà condannato chi in lui si rifugia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.