Un lieto annuncio

Dal libro del profeta Isaìa 61,1-2.10-11
Lo spirito del Signore Dio è su di me,
perché il Signore mi ha consacrato con l’unzione;
mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai miseri,
a fasciare le piaghe dei cuori spezzati,
a proclamare la libertà degli schiavi,
la scarcerazione dei prigionieri,
a promulgare l’anno di grazia del Signore.
Io gioisco pienamente nel Signore,
la mia anima esulta nel mio Dio,
perché mi ha rivestito delle vesti della salvezza,
mi ha avvolto con il mantello della giustizia,
come uno sposo si mette il diadema
e come una sposa si adorna di gioielli.
Poiché, come la terra produce i suoi germogli
e come un giardino fa germogliare i suoi semi,
così il Signore Dio farà germogliare la giustizia
e la lode davanti a tutte le genti.

Dal Vangelo secondo Giovanni 1,6-8.19-28
Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce, ma doveva dare testimonianza alla luce.
Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elia?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

Tra le domeniche di avvento, la terza è chiamata domenica della gioia perché in essa si accoglie un lieto annuncio. “Viene nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo” e per preparare gli occhi allo splendore di quella luce, “venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni“. Giovanni è colui che rende testimonianza alla luce, che aiuta gli uomini ad aprire gli occhi per bearsi dello splendore di quella luce. Loro che sono abituati a rimanere nelle tenebre, potrebbero pensare che la luce sia nociva e fuggire via.
Giovanni viene per rendere testimonianza alla luce.

Egli è voce perché gli uomini possano udire la Parola, una parola che si è fatta carne, ma che ancora gli uomini non hanno potuto ascoltare. Giovanni, la voce, ne annuncia la venuta. Occorre prepararsi perché egli è davvero forte e ci potremmo spaventare per la sua venuta: Giovanni ci introduce alla sua presenza, così come farà con i primi due discepoli di Gesù, indicando loro chi avrebbero dovuto seguire.

Giovanni è il testimone, l’amico dello sposo, colui che non pretende di essere né il messia, e neppure Elia, ma solo la voce e colui che invita ad accogliere la luce.

Una buona notizia: Viene nel mondo la luce vera. E’ una luce buona e gioiosa. Possiamo accoglierla con fiducia. Giovanni ci da la sua testimonianza.

Per pregare: Lc 1
L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.

Ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.