Paralisi diverse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi 5,1-8
Fratelli, si sente dovunque parlare di immoralità tra voi, e di una immoralità tale che non si riscontra neanche tra i pagani, al punto che uno convive con la moglie di suo padre. E voi vi gonfiate di orgoglio, piuttosto che esserne afflitti in modo che venga escluso di mezzo a voi colui che ha compiuto un’azione simile!
Ebbene, io, assente con il corpo ma presente con lo spirito, ho già giudicato, come se fossi presente, colui che ha compiuto tale azione. Nel nome del Signore nostro Gesù, essendo radunati voi e il mio spirito insieme alla potenza del Signore nostro Gesù, questo individuo venga consegnato a Satana a rovina della carne, affinché lo spirito possa essere salvato nel giorno del Signore.
Non è bello che voi vi vantiate. Non sapete che un po’ di lievito fa fermentare tutta la pasta? Togliete via il lievito vecchio, per essere pasta nuova, poiché siete àzzimi. E infatti Cristo, nostra Pasqua, è stato immolato! Celebriamo dunque la festa non con il lievito vecchio, né con lievito di malizia e di perversità, ma con àzzimi di sincerità e di verità
.

Dal Vangelo secondo Luca 6,6-11
Un sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. C’era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata. Gli scribi e i farisei lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato, per trovare di che accusarlo.
Ma Gesù conosceva i loro pensieri e disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati e mettiti qui in mezzo!». Si alzò e si mise in mezzo.
Poi Gesù disse loro: «Domando a voi: in giorno di sabato, è lecito fare del bene o fare del male, salvare una vita o sopprimerla?». E guardandoli tutti intorno, disse all’uomo: «Tendi la tua mano!». Egli lo fece e la sua mano fu guarita.
Ma essi, fuori di sé dalla collera, si misero a discutere tra loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù
.

Sono diverse le paralisi, le situazioni bloccate, che vengono presentate in queste letture.

C’è la situazione della comunità di Corinto, incapace di esprimere un giudizio vero sulla situazione di quel membro di comunità che vive una situazione di immoralità, situazione che, secondo Paolo, mette a rischio tutta la comunità. E’ una situazione su cui Paolo interviene con fermezza nella consapevolezza dell’esigenza di salvaguardare il bene comune.

C’è la paralisi dell’uomo presente nella sinagoga. E’ la meno grave. Si tratta di una paralisi periferica ad una mano che Gesù interviene per guarire.

C’è infine la paralisi degli scribi e dei farisei; è anche questa una paralisi molto grave perché colpisce il cuore e la mente. E’ quella paralisi che la Bibbia chiama “cervice dura” e “cuore di pietra”, una patologia spirituale ed intellettuale che impedisce di riconoscere l’agire di Dio e comprendere la sua Parola.

La buona notizia è che Gesù è capace di guarire tutte queste paralisi, anche quelle che ci affliggono in questo tempo della nostra vita. Basterebbe lasciarsi curare da lui; basterebbe che i nostri occhi guardassero a lui non per giudicarlo, ma per cercare quello sguardo capace di sciogliere in noi ogni durezza… allora saremmo liberi.

Se ti interessa puoi leggere anche questo commento di due anni fa’ che sottolinea un altro aspetto del testo del vangelo. https://parolacondivisa.blog/2018/09/10/in-mezzo/

Una buona notizia: Gesù è capace di guarire ogni nostra paralisi, se noi ci lasciamo guidare da lui.

Per pregare: dal Salmo 5
Tu non sei un Dio che gode del male,
non è tuo ospite il malvagio;
gli stolti non resistono al tuo sguardo.

Tu hai in odio tutti i malfattori,
tu distruggi chi dice menzogne.
Sanguinari e ingannatori, il Signore li detesta.

Gioiscano quanti in te si rifugiano,
esultino senza fine.
Proteggili, perché in te si allietino
quanti amano il tuo nome.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.