Cercare il bene

090817259-732204c0-e7c2-457a-b89f-a7f7fc83b0ea

Dal libro del profeta Amos 5,14-15.21-24
Cercate il bene e non il male,
se volete vivere,
e solo così il Signore, Dio degli eserciti,
sarà con voi, come voi dite.
Odiate il male e amate il bene
e ristabilite nei tribunali il diritto;
forse il Signore, Dio degli eserciti,
avrà pietà del resto di Giuseppe.
«Io detesto, respingo le vostre feste solenni
e non gradisco le vostre riunioni sacre;
anche se voi mi offrite olocausti,
io non gradisco le vostre offerte,
e le vittime grasse come pacificazione
io non le guardo.
Lontano da me il frastuono dei vostri canti:
il suono delle vostre arpe non posso sentirlo!
Piuttosto come le acque scorra il diritto
e la giustizia come un torrente perenne».

Dal Vangelo secondo Matteo 8,28-34
In quel tempo, giunto Gesù all’altra riva, nel paese dei Gadarèni, due indemoniati, uscendo dai sepolcri, gli andarono incontro; erano tanto furiosi che nessuno poteva passare per quella strada. Ed ecco, si misero a gridare: «Che vuoi da noi, Figlio di Dio? Sei venuto qui a tormentarci prima del tempo?».
A qualche distanza da loro c’era una numerosa mandria di porci al pascolo; e i demòni lo scongiuravano dicendo: «Se ci scacci, mandaci nella mandria dei porci». Egli disse loro: «Andate!». Ed essi uscirono, ed entrarono nei porci: ed ecco, tutta la mandria si precipitò giù dalla rupe nel mare e morirono nelle acque.
I mandriani allora fuggirono e, entrati in città, raccontarono ogni cosa e anche il fatto degli indemoniati. Tutta la città allora uscì incontro a Gesù: quando lo videro, lo pregarono di allontanarsi dal loro territorio.

Sembra facile scegliere il bene, ma l’esperienza ci insegna che non lo è.
Forse può essere semplice scegliere tra il bene e il male, quando il male ci appare nella sua orribile fisionomia. Ma a volte il male ci appare come un bene semplice da ottenere, un bene momentaneo … Chi per esempio si trova a vivere da schiavo per alcune dipendenze (alcool, droga, gioco d’azzardo, pornografia, …) ha ben chiaro cosa sia il bene, ma fa fatica a sceglierlo perché anche ciò che rappresenta la sua dipendenza gli appare come un bene, qualcosa che lo appaga, lo calma, gli concede un attimo di benessere … anche se riconosce che sia un male.
Anche il bene ha molti volti e non sempre è facile comprendere quale sia il bene maggiore. 
Nel testo del Vangelo si propone un’alternativa molto attuale: dovendo scegliere, è preferibile salvare la salute dei due uomini o l’economia dell’allevamento dei porci? E’ la stessa alternativa in cui si siamo trovati nelle settimane scorse: puntiamo a salvare le persone, oppure optiamo per salvare l’economia? Qual è il bene maggiore dovendo scegliere?

Certo è che noi potremo vivere bene solo se impariamo a scegliere il bene, non solamente ciò che è bene per me/noi, ma ciò che è bene per tutti.
Come possiamo, per esempio, pensare di stare bene mentre accanto a noi ci sono persone che sono appesantite da situazioni terribili: accogliere o meno la nascita di una figlio, accudire o meno un genitore anziano o un famigliare malato, riuscire o meno a garantire una formazione ai propri figli … riuscire a vivere nella pace, nel rispetto dei propri diritti, nella giustizia… qual è il bene che dovremmo scegliere perché questo accada e noi possiamo dire di poter vivere bene, non malgrado ciò che accade agli altri, ma insieme agli altri?

Una buona notizia: siamo liberi di scegliere ciò che è bene. Occorre educarsi a riconoscere e scegliere il bene maggiore e il bene comune.

Per pregare: dal Salmo 49
Ascolta, popolo mio, voglio parlare,
testimonierò contro di te, Israele!
Io sono Dio, il tuo Dio!

Non ti rimprovero per i tuoi sacrifici,
i tuoi olocàusti mi stanno sempre davanti.
Non prenderò vitelli dalla tua casa
né capri dai tuoi ovili.

Sono mie tutte le bestie della foresta,
animali a migliaia sui monti.
Conosco tutti gli uccelli del cielo,
è mio ciò che si muove nella campagna.

Se avessi fame, non te lo direi:
mio è il mondo e quanto contiene.
Mangerò forse la carne dei tori?
Berrò forse il sangue dei capri?

Perché vai ripetendo i miei decreti
e hai sempre in bocca la mia alleanza,
tu che hai in odio la disciplina
e le mie parole ti getti alle spalle?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.