La mano forte di Dio

1c3de2afa44707b7e1a95afbe1614db2

Dal libro del profeta Amos 3,1-8.4,11-12
Ascoltate questa parola,
che il Signore ha detto riguardo a voi,
figli d’Israele,
e riguardo a tutta la stirpe
che ho fatto salire dall’Egitto:
«Soltanto voi ho conosciuto
tra tutte le stirpi della terra;
perciò io vi farò scontare
tutte le vostre colpe.
Camminano forse due uomini insieme,
senza essersi messi d’accordo?
Ruggisce forse il leone nella foresta,
se non ha qualche preda?
Il leoncello manda un grido dalla sua tana,
se non ha preso nulla?
Si precipita forse un uccello a terra in una trappola,
senza che vi sia un’esca?
Scatta forse la trappola dal suolo,
se non ha preso qualche cosa?
Risuona forse il corno nella città,
senza che il popolo si metta in allarme?
Avviene forse nella città una sventura,
che non sia causata dal Signore?
In verità, il Signore non fa cosa alcuna
senza aver rivelato il suo piano
ai suoi servitori, i profeti.
Ruggisce il leone:
chi non tremerà?
Il Signore Dio ha parlato:
chi non profeterà?
Vi ho travolti
come Dio aveva travolto Sòdoma e Gomorra,
eravate come un tizzone
strappato da un incendio;
ma non siete ritornati a me».
Oracolo del Signore.
Perciò ti tratterò così, Israele!
Poiché questo devo fare di te:
prepàrati all’incontro con il tuo Dio, o Israele!

Dal Vangelo secondo Matteo 8,23-27
In quel tempo, salito Gesù sulla barca, i suoi discepoli lo seguirono. Ed ecco, avvenne nel mare un grande sconvolgimento, tanto che la barca era coperta dalle onde; ma egli dormiva.
Allora si accostarono a lui e lo svegliarono, dicendo: «Salvaci, Signore, siamo perduti!». Ed egli disse loro: «Perché avete paura, gente di poca fede?». Poi si alzò, minacciò i venti e il mare e ci fu grande bonaccia.
Tutti, pieni di stupore, dicevano: «Chi è mai costui, che perfino i venti e il mare gli obbediscono?».

Ci sono delle circostanze in cui Dio agisce in modo forte (energico direbbe Martini). Egli vuole scuotere, vuole mettere alla prova la nostra fede.
Ci fa sperimentare la fragilità, la debolezza di tutto ciò che rappresenta il nostro potere, il nostro orgoglio, la nostra autosufficienza.
Ci sono delle circostanze in cui il Signore consente che noi ci sentiamo perduti, non per umiliarci, ma per aiutarci a ricordare l’essenziale della nostra relazione con Lui.

A volte, di fronte a questa situazione, noi ci facciamo travolgere dalla paura. Dimentichiamo che Dio ha promesso di essere accanto a noi; che Lui è lì e questo dovrebbe bastarci per non farci temere.
Altre volte, di fronte ai richiami del Signore, rimaniamo indifferenti e non valorizziamo quanto lui ci vorrebbe fare comprendere attraverso le figure dei profeti che invia a noi.

Se in mezzo alla tempesta facciamo l’esperienza dell’amore del Signore che conferma la sua affidabilità e l’efficacia della sua presenza accanto a noi, allora siamo sostenuti nella nostra fede e possiamo camminare nella volontà del Signore.

Una buona notizia: il Signore mantiene le sue promesse e non ci abbandona durante le difficoltà. Egli rimane accanto a noi perché noi ci possiamo fidare di Lui.

Per pregare: dal Salmo 5
Tu non sei un Dio che gode del male,
non è tuo ospite il malvagio;
gli stolti non resistono al tuo sguardo.

Tu hai in odio tutti i malfattori,
tu distruggi chi dice menzogne.
Sanguinari e ingannatori, il Signore li detesta.
Io, invece, per il tuo grande amore,
entro nella tua casa;
mi prostro verso il tuo tempio santo
nel tuo timore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.