Le Scritture

bibbia

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo a Timòteo 3,10-16
Figlio mio, tu mi hai seguito da vicino nell’insegnamento, nel modo di vivere, nei progetti, nella fede, nella magnanimità, nella carità, nella pazienza, nelle persecuzioni, nelle sofferenze. Quali cose mi accaddero ad Antiòchia, a Icònio e a Listra! Quali persecuzioni ho sofferto! Ma da tutte mi ha liberato il Signore! E tutti quelli che vogliono rettamente vivere in Cristo Gesù saranno perseguitati. Ma i malvagi e gli impostori andranno sempre di male in peggio, ingannando gli altri e ingannati essi stessi.
Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e che credi fermamente. Conosci coloro da cui lo hai appreso e conosci le sacre Scritture fin dall’infanzia: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene mediante la fede in Cristo Gesù. Tutta la Scrittura, ispirata da Dio, è anche utile per insegnare, convincere, correggere ed educare nella giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.

Dal Vangelo secondo Marco 12,35-37
In quel tempo, insegnando nel tempio, Gesù diceva: «Come mai gli scribi dicono che il Cristo è figlio di Davide? Disse infatti Davide stesso, mosso dallo Spirito Santo: “Disse il Signore al mio Signore: Siedi alla mia destra, finché io ponga i tuoi nemici sotto i tuoi piedi”. Davide stesso lo chiama Signore: da dove risulta che è suo figlio?».
E la folla numerosa lo ascoltava volentieri.

Chi sei, o Signore? Questa è la domanda che dovrebbe animare ogni giornata, non per vivere oppressi dal dubbio metodico, ma per continuare la nostra ricerca nella conoscenza di Gesù.
La via per conoscerlo è la Scrittura: non le visioni, non le rivelazioni straordinarie… ma la scrittura è la sorgente della nostra conoscenza di Gesù.
Egli stesso ci invita ad interrogarle con intelligenza, non lasciando che la nostra ideologia prevalga su un ascolto attento. 
L’ascolto delle Scritture, se ci mette in movimento e in discussione continuamente, ci rende saldi nella fede e ci consente di credere fermamente.

L’insegnamento fondato sulle Scritture ci consente di rinnovare continuamente ciò che conosciamo di Gesù e di rimanere in un ascolto attento.

Una buona notizia: Si ascolta volentieri ciò che si rivela come sempre nuovo e vitale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.