Una nuova alleanza

9._LA_PENTECOSTE_84_o

Dagli Atti degli Apostoli 2,1-11
Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.
Abitavano allora a Gerusalemme Giudei osservanti, di ogni nazione che è sotto il cielo. A quel rumore, la folla si radunò e rimase turbata, perché ciascuno li udiva parlare nella propria lingua.
Erano stupiti e, fuori di sé per la meraviglia, dicevano: «Tutti costoro che parlano non sono forse Galilei? E come mai ciascuno di noi sente parlare nella propria lingua nativa? Siamo Parti, Medi, Elamìti; abitanti della Mesopotàmia, della Giudea e della Cappadòcia, del Ponto e dell’Asia, della Frìgia e della Panfìlia, dell’Egitto e delle parti della Libia vicino a Cirène, Romani qui residenti, Giudei e prosèliti, Cretesi e Arabi, e li udiamo parlare nelle nostre lingue delle grandi opere di Dio». 

Dal Vangelo secondo Giovanni 20,19-23
La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».

Il giorno di Pentecoste era una festa importante per gli Ebrei. In quel giorno festeggiavano l’Alleanza del Sinai tra Dio e il suo popolo e il dono della Legge. Cinquanta giorni dopo l’uscita dall’Egitto, Dio era intervenuto e aveva costituito un popolo di un grande gruppo di fuggiaschi (una massa raccogliticcia, dice il libro dell’Esodo). L’evento del Sinai costituisce per Israele un momento fondativo. Al Sinai nasce il popolo di Dio, il popolo dell’Alleanza.
La caratteristica di questo popolo, scolpita nella sua coscienza collettiva, era l’elezione di cui erano stati destinatari da parte di Dio, una scelta che li separava da tutti gli altri popoli.

Questo è il contesto nel quale avvengono i fatti che noi cristiani celebriamo.

Mentre il giorno di Pentecoste sta per finire … perché è concluso quel tempo della prima Alleanza iniziato con il Sinai ed inizia il tempo della nuova Alleanza, quella preannunciata dai Profeti: un’alleanza scritta nel cuore dallo Spirito di Dio e non scritta su tavole di pietra, un’alleanza d’amore e non fondata sull’osservanza di precetti.

Lo Spirito viene come vento e come fuoco che travolge e riempie … la forza di Dio è potente, come un vento che porta la vita (Cfr Ez 47) e come un fuoco che scalda e illumina. Lì dove aveva dominato una logica di morte, fino ad arrivare ad uccidere il Figlio di Dio, viene lo Spirito di Dio a donare la vita.

Parlavano in altre lingue … perché questa nuova Alleanza ha una destinazione universale e coinvolge tutti i popoli. Il tempo dell’elezione esclusiva si è concluso con il tempo della prima alleanza ed è iniziato un tempo nuovo in cui le meraviglie di Dio sono per tutti i popoli.

Perdonare i peccati … Lo Spirito, dono del risorto, risana il cuore dell’uomo e concede agli uomini il potere della riconciliazione e della rinascita dopo il peccato. È il grande servizio di riconciliazione che la Chiesa è chiamata a compiere nella sua missione.

Una buona notizia: il dono dello Spirito ci rende partecipi della forza rinnovatrice della Pasqua, guarisce in noi ogni traccia di morte e ci consente di vivere da figli di Dio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.