Io sono la via

io-sono-la-via

Dagli Atti degli Apostoli 6,1-7
In quei giorni, aumentando il numero dei discepoli, quelli di lingua greca mormorarono contro quelli di lingua ebraica perché, nell’assistenza quotidiana, venivano trascurate le loro vedove.
Allora i Dodici convocarono il gruppo dei discepoli e dissero: «Non è giusto che noi lasciamo da parte la parola di Dio per servire alle mense. Dunque, fratelli, cercate fra voi sette uomini di buona reputazione, pieni di Spirito e di sapienza, ai quali affideremo questo incarico. Noi, invece, ci dedicheremo alla preghiera e al servizio della Parola».
Piacque questa proposta a tutto il gruppo e scelsero Stefano, uomo pieno di fede e di Spirito Santo, Filippo, Pròcoro, Nicànore, Timone, Parmenàs e Nicola, un prosèlito di Antiòchia. Li presentarono agli apostoli e, dopo aver pregato, imposero loro le mani.
E la parola di Dio si diffondeva e il numero dei discepoli a Gerusalemme si moltiplicava grandemente; anche una grande moltitudine di sacerdoti aderiva alla fede.

Dal Vangelo secondo Giovanni 14,1-12
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore. Se no, vi avrei mai detto: “Vado a prepararvi un posto”? Quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, verrò di nuovo e vi prenderò con me, perché dove sono io siate anche voi. E del luogo dove io vado, conoscete la via».
Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai; come possiamo conoscere la via?». Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».
Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre».

Mentre nel Vangelo di domenica scorsa Gesù si identificava con la porta delle pecore, oggi si propone a noi come la via, la verità e la vita per raggiungere la casa del Padre dove lui ci ha preparato un posto perché possiamo essere insieme.

– Non sia turbato il vostro cuore, abbiate fede in Dio e in me. Questa affermazione sembra molto pertinente nel tempo che stiamo vivendo. Cosa significa per me avere fede in Dio per superare il turbamento? Viene in mente anche quanto ha detto il papa nel momento straordinario del 27 marzo commentando la frase di Gesù: Perché avete paura? Non avete ancora fede?

– Vado a prepararvi un posto perché siate anche voi dove sono io. Mi sembra che Gesù insista soprattutto sulla relazione: essere insieme a lui, più che sul posto. Il posto è funzionale allo stare insieme. Come sento questa relazione con il Signore? Come vivo il desiderio di essere insieme con lui? Viene in mente il Salmo 42: l’anima mia ha sete di Dio, quando vedrò il suo volto? Oppure il Salmo 62: O Dio tu sei il mio Dio dall’aurora ti cerco, di te ha sete l’anima mia…

– Io sono la via, la verità e la vita. È un frase su cui tanto è stato scritto, ma basterebbe dire che Gesù è il nostro punto di riferimento per trovare la vita. Lo è davvero? Come si concretizza questa scelta su Gesù?

– Chi ha visto me ha visto il Padre. Gesù non è stato solo un uomo straordinario, ma è colui che ci rivela il “volto” del Padre perché anche noi possiamo vivere da figli. Come vivo questo rapporto con il Padre? Desidero vivere da figlia e da figlio?

Una buona notizia: Gesù desidera che noi siamo con lui; il legame che ci unisce a lui è talmente tanto forte che desidera che viviamo insieme per sempre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.