Vedere la grazia di Dio

San-Barnaba

Dagli Atti degli Apostoli 11,19-26
In quei giorni, quelli che si erano dispersi a causa della persecuzione scoppiata a motivo di Stefano erano arrivati fino alla Fenicia, a Cipro e ad Antiòchia e non proclamavano la Parola a nessuno fuorché ai Giudei. Ma alcuni di loro, gente di Cipro e di Cirène, giunti ad Antiòchia, cominciarono a parlare anche ai Greci, annunciando che Gesù è il Signore. E la mano del Signore era con loro e così un grande numero credette e si convertì al Signore.
Questa notizia giunse agli orecchi della Chiesa di Gerusalemme, e mandarono Bàrnaba ad Antiòchia. Quando questi giunse e vide la grazia di Dio, si rallegrò ed esortava tutti a restare, con cuore risoluto, fedeli al Signore, da uomo virtuoso qual era e pieno di Spirito Santo e di fede. E una folla considerevole fu aggiunta al Signore.
Bàrnaba poi partì alla volta di Tarso per cercare Sàulo: lo trovò e lo condusse ad Antiòchia. Rimasero insieme un anno intero in quella Chiesa e istruirono molta gente. Ad Antiòchia per la prima volta i discepoli furono chiamati cristiani.

Dal Vangelo secondo Giovanni 10,22-30
Ricorreva, in quei giorni, a Gerusalemme la festa della Dedicazione. Era inverno. Gesù camminava nel tempio, nel portico di Salomone. Allora i Giudei gli si fecero attorno e gli dicevano: «Fino a quando ci terrai nell’incertezza? Se tu sei il Cristo, dillo a noi apertamente».
Gesù rispose loro: «Ve l’ho detto, e non credete; le opere che io compio nel nome del Padre mio, queste danno testimonianza di me. Ma voi non credete perché non fate parte delle mie pecore. Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola».

Barnaba, figlio dell’esortazione, uomo giusto e virtuoso, è inviato ad Antiochia per capire cosa stia succedendo. Di fatto è un ispettore della Chiesa madre di Gerusalemme, inviato per verificare le notizie giunte circa la conversione dei pagani, e per rimettere ordine. Ma Barnaba dimostra la sua virtù e la sua giustizia (quella evangelica), perché, giunto ad Antiochia, sa riconoscere lo Spirito Santo all’opera ed è capace di superare i propri schemi per assecondare ciò che, in modo inedito, la grazia di Dio sta compiendo in quella città. Dai cristiani in fuga da Gerusalemme per la persecuzione, nasce la prima missione della Chiesa. Da un fatto tragico e doloroso, sorge nuova vita. Barnaba è capace di vedere la grazia di Dio.

Sono ciechi invece quei Giudei che interrogano Gesù per avere la conferma della sua identità messianica. Non sanno vedere la grazia, nonostante Gesù orienti il loro sguardo alle opere che lui compie. C’è una scelta pregiudiziale da compiere: quella di affidarsi a Dio senza pretendere di difenderlo. Dio si difende da solo, non ha bisogno di noi per affermare il suo Regno e la sua potenza. “Ha bisogno” di noi in quanto testimoni, in quanto facenti parte di quel gregge che riconosce la voce del pastore e lo segue con fiducia perché ha sperimentato la vita eterna che lui ci dona.

In questo tempo doloroso chiediamo al Signore di essere capaci, come Barnaba, di vedere la grazia di Dio; di non soffermarci su ciò che ci viene tolto, ciò che ci è impedito, ma, forti dell’esperienza di vita eterna che ci viene dal Signore, ed affidati a Lui, possiamo riconoscere cosa la grazia di Dio sta compiendo davanti ai nostri occhi.

Una buona notizia: nessuno ci può strappare dalle mani di Gesù e dalle mani del Padre. Continuiamo solo ad ascoltare la voce del Pastore bello e buono e a seguirlo verso la vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.