Far brillare la luce

unnamed (1)

Dal libro del profeta Isaìa 58,7-10
Così dice il Signore: «Non consiste forse [il digiuno che voglio] nel dividere il pane con l’affamato, nell’introdurre in casa i miseri, senza tetto, nel vestire uno che vedi nudo, senza trascurare i tuoi parenti?
Allora la tua luce sorgerà come l’aurora, la tua ferita si rimarginerà presto. Davanti a te camminerà la tua giustizia, la gloria del Signore ti seguirà. Allora invocherai e il Signore ti risponderà, implorerai aiuto ed egli dirà: “Eccomi!”. Se toglierai di mezzo a te l’oppressione, il puntare il dito e il parlare empio, se aprirai il tuo cuore all’affamato, se sazierai l’afflitto di cuore, allora brillerà fra le tenebre la tua luce, la tua tenebra sarà come il meriggio».

Dal Vangelo secondo Matteo 5,13-16
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli».

Correva l’anno 2002 e a Toronto, in Canada, si celebrava la GMG proprio con questo brano del Vangelo.
Che Cristo sia la luce del mondo è una verità che ci rassicura, ma che noi, a nostra volta, consapevoli delle nostre debolezze e fragilità, possiamo diventare luce che illumina mette un po’ si soggezione.
Isaia ci traccia una strada per far brillare la nostra luce: ci chiede di vivere la condivisione con il povero, l’accoglienza verso chi è privo di riparo, la consolazione di chi è afflitto, oltre a rimuovere tutto ciò che impedisce l’amore e la fraternità (il parlare empio e il puntare il dito). Non sembra impossibile. Possiamo essere luce che brilla e rischiara coloro che sono alla ricerca della vera luce.

Una buona notizia: se viviamo alla luce di Cristo, se lo imitiamo e lo seguiamo, anche noi possiamo essere luce per altri.

CHIARA lUCE

rwanda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.