Inciso di fede

048db3e62977515e2d246692c3a5e76e.png

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani
Paolo, servo di Cristo Gesù, apostolo per chiamata, scelto per annunciare il vangelo di Dio – che egli aveva promesso per mezzo dei suoi profeti nelle sacre Scritture e che riguarda il Figlio suo, nato dal seme di Davide secondo la carne, costituito Figlio di Dio con potenza, secondo lo Spirito di santità, in virtù della risurrezione dei morti, Gesù Cristo nostro Signore; per mezzo di lui abbiamo ricevuto la grazia di essere apostoli, per suscitare l’obbedienza della fede in tutte le genti, a gloria del suo nome, e tra queste siete anche voi, chiamati da Gesù Cristo –, a tutti quelli che sono a Roma, amati da Dio e santi per chiamata, grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo!

L’inizio di una lettera – solitamente – riporta il mittente e il destinatario; al limite il motivo della lettera, una sorta di abstract che aiuta chi legge a motivarsi nella lettura. 
E’ un elemento puramente formale, senza particolare valore di contenuto, … ma non per Paolo. Nella lettera ai Romani, capolavoro di sintesi del “vangelo” di Paolo, l’Apostolo introduce fin dall’inizio della sua lettera una professione di fede in Cristo, sfruttando un lunghissimo inciso, per dire (dichiarare e proclamare) chi sia quel Gesù di cui lui si proclama servo.

I destinatari delle lettera sono tutti quelli che sono a Roma e che sono amati da Dio e santi per chiamata. Tale chiamata ha sempre a che fare con il mistero di Cristo che Paolo proclama nel suo inciso: è lui infatti che ha inviato gli apostoli per suscitare la fede in tutte le genti, tra cui si collocano i Romani.

Dal Salmo 97
Cantate al Signore un canto nuovo,
perché ha compiuto meraviglie.
Gli ha dato vittoria la sua destra
e il suo braccio santo.

Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza,
agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia.
Egli si è ricordato del suo amore,
della sua fedeltà alla casa d’Israele.

Tutti i confini della terra hanno veduto
la vittoria del nostro Dio.
Acclami il Signore tutta la terra,
gridate, esultate, cantate inni!

Preghiamo
Ci preceda e ci accompagni sempre la tua grazia,
Signore, perché, sorretti dal tuo paterno aiuto,
non ci stanchiamo mai di operare il bene.

10 comandamenti - pannello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.