Dice il Signore…

ascoltodio-e1541011139966

Dal libro del profeta Zaccarìa
La parola del Signore degli eserciti fu rivolta in questi termini:
«Così dice il Signore degli eserciti: Sono molto geloso di Sion, un grande ardore m’infiamma per lei.
Così dice il Signore: Tornerò a Sion e dimorerò a Gerusalemme. Gerusalemme sarà chiamata “Città fedele” e il monte del Signore degli eserciti “Monte santo”.
Così dice il Signore degli eserciti: Vecchi e vecchie siederanno ancora nelle piazze di Gerusalemme, ognuno con il bastone in mano per la loro longevità. Le piazze della città formicoleranno di fanciulli e di fanciulle, che giocheranno sulle sue piazze.
Così dice il Signore degli eserciti: Se questo sembra impossibile agli occhi del resto di questo popolo in quei giorni, sarà forse impossibile anche ai miei occhi? Oracolo del Signore degli eserciti.
Così dice il Signore degli eserciti: Ecco, io salvo il mio popolo dall’Oriente e dall’Occidente: li ricondurrò ad abitare a Gerusalemme; saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio, nella fedeltà e nella giustizia.

Tutta la Bibbia è Parola di Dio, ma la Parola di Dio è più della Bibbia.
Il Signore parla in diversi modi. A noi sta ascoltarlo.
Il profeta Zaccaria ci riporta quattro parole del Signore, cinque messaggi (quasi degli sms) su cui il Signore mette la sua firma, anche se sono inviati attraverso il profeta.

– Sono molto geloso e ardo per Sion (la città di Gerusalemme); il Signore ci rivela la sua passione, la sua emozione. Il Signore ama Gerusalemme perché ama il suo popolo. Lì ha preso dimora, lì ha voluto costruire il suo tempio per condividere la vita del suo popolo. E’ bello che il Signore prima di tutto dica: vi voglio un bene da morire; sono legato a voi.

– Il popolo dì’Israele è ancora in esilio e il Signore, come ha annunciato Ezechiele nel primo capitolo del suo libro, ha abbandonato Sion per essere là dov’è il suo popolo. Il Signore non è rimasto a Sion mentre il suo popolo è esiliato. Ma annuncia che ritornerà a Gerusalemme, perché là – è una promessa – tornerà anche il suo popolo.

– Gli anziani sono segno di longevità, che nella Bibbia è sempre segno di benedizione; i bambini che giovano festosi sono segno di vitalità. Un popolo longevo e fecondo abiterà a Gerusalemme. Gli anziani e i bambini sono anche i più fragili e nei momenti di guerra o di difficoltà sono i primi a subire le conseguenze atroci della violenza. La loro presenza nelle piazze di Gerusalemme è segno evidente di pace.

– Il Signore chiede a Israele di guardare con i suoi occhi, di andare oltre ciò che appare allo sguardo dove tutto è ancora segnato dalla povertà e dalla miseria. Guardare con gli occhi di Dio è il compito del profeta e del popolo a cui viene concesso lo spirito del Signore.

– L’ultimo annuncio è quello che certifica la promessa del Signore e che rende possibile tutti i precedenti: io farò ritornare il mio popolo a Gerusalemme; abiteranno di nuovo nella città che Dio ha scelto e lui sarà con loro.

Dal Salmo 101
Le genti temeranno il nome del Signore
e tutti i re della terra la tua gloria,
quando il Signore avrà ricostruito Sion
e sarà apparso in tutto il suo splendore.
Egli si volge alla preghiera dei derelitti,
non disprezza la loro preghiera.

Questo si scriva per la generazione futura
e un popolo, da lui creato, darà lode al Signore:
Il Signore si è affacciato dall’alto del suo santuario,
dal cielo ha guardato la terra,
per ascoltare il sospiro del prigioniero,
per liberare i condannati a morte.

I figli dei tuoi servi avranno una dimora,
la loro stirpe vivrà sicura alla tua presenza,
perché si proclami in Sion il nome del Signore
e la sua lode in Gerusalemme,
quando si raduneranno insieme i popoli
e i regni per servire il Signore.

Preghiamo
O Dio, che hai dato al sacerdote san Girolamo
una conoscenza viva e penetrante della Sacra Scrittura,
fa’ che il tuo popolo
si nutra sempre più largamente della tua parola,
e trovi in essa una sorgente di vita.

 

Nel-nome-di-Dio hd

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.