Si riparte

Sargon_II_and_dignitary

Dal libro di Esdra
Nell’anno primo di Ciro, re di Persia, perché si adempisse la parola che il Signore aveva detto per bocca di Geremìa, il Signore suscitò lo spirito di Ciro, re di Persia, che fece proclamare per tutto il suo regno, anche per iscritto: «Così dice Ciro, re di Persia: “Il Signore, Dio del cielo, mi ha concesso tutti i regni della terra. Egli mi ha incaricato di costruirgli un tempio a Gerusalemme, che è in Giuda. Chiunque di voi appartiene al suo popolo, il suo Dio sia con lui e salga a Gerusalemme, che è in Giuda, e costruisca il tempio del Signore, Dio d’Israele: egli è il Dio che è a Gerusalemme. E a ogni superstite da tutti i luoghi dove aveva dimorato come straniero, gli abitanti del luogo forniranno argento e oro, beni e bestiame, con offerte spontanee per il tempio di Dio che è a Gerusalemme”».
Allora si levarono i capi di casato di Giuda e di Beniamino e i sacerdoti e i leviti. A tutti Dio aveva destato lo spirito, affinché salissero a costruire il tempio del Signore che è a Gerusalemme. Tutti i loro vicini li sostennero con oggetti d’argento, oro, beni, bestiame e oggetti preziosi, oltre a quello che ciascuno offrì spontaneamente.

Dopo settant’anni di esilio in terra di Babilonia, avviene che il Signore suscita lo spirito di Ciro, re dei Persiani, che nel frattempo aveva conquistato Babilonia e sconfitto i Babilonesi, ispirandogli il pensiero di liberare il popolo d’Israele perché possa ritornare a Gerusalemme e ricostruire il tempio. Il tutto è assolutamente provvidenziale e corrisponde alla letteratura dell’esilio che testimonia in più passaggi come gli Ebrei, con la loro condotta di vita esemplare, abbiano convinto i pagani della verità della loro fede.
In questi caso è però il Signore ad intervenire nell’animo di un pagano, ispirandogli un pensiero che va a favore del suo popolo.

Accade che nella storia vi siano delle svolte inattese. Che le cose sembrassero andare in un certo modo e proseguire con un andamento costante, poi, improvvisamente, per motivi che ai più sembrano misteriosi, avviene una svolta inattesa, che richiede di rimettersi in gioco e di ripartire.
Tale svolta richiede prontezza. Di fatto non tutti gli Ebrei ripartiranno. Molti si sono accasati in Babilonia e preferiscono rimanere lì, piuttosto che affrontare la ripartenza nella terra dei padri che, ormai è solamente un lontano ricordo. Altri, invece, che hanno mantenuto vivo il desiderio e la memoria della terra promessa ai padri, subito rispondono all’invito e sperimentano la benevolenza di Dio che commuove il cuore degli antichi nemici tanto che si rendono partecipi dell’impresa attraverso delle offerte erogate liberamente, così come era accaduto alla partenza dell’Egitto.

Per partire ci vuole fiducia. Occorre riconoscere negli eventi la mano di Dio che porterà a compimento un’impresa che, fin dai primi passi, appare difficile e pesante.

Salmo 125
Quando il Signore ristabilì la sorte di Sion,
ci sembrava di sognare.
Allora la nostra bocca si riempì di sorriso,
la nostra lingua di gioia.
Allora si diceva tra le genti:
«Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
Grandi cose ha fatto il Signore per noi:
eravamo pieni di gioia.
Ristabilisci, Signore, la nostra sorte,
come i torrenti del Negheb.
Chi semina nelle lacrime
mieterà nella gioia.
Nell’andare, se ne va piangendo,
portando la semente da gettare,
ma nel tornare, viene con gioia,
portando i suoi covoni.
Preghiamo
Dio onnipotente ed eterno,
per grazia singolare
hai concesso al sacerdote san Pio (da Pietrelcina)
di partecipare alla croce del tuo Figlio,
e per mezzo del suo ministero
hai rinnovato le meraviglie della tua misericordia;
per sua intercessione, concedi a noi,
uniti costantemente alla passione di Cristo,
di giungere felicemente alla gloria della risurrezione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.