Largo ai giovani

mattia-zuliani

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo a Timòteo
Figlio mio, nessuno disprezzi la tua giovane età, ma sii di esempio ai fedeli nel parlare, nel comportamento, nella carità, nella fede, nella purezza.
In attesa del mio arrivo, dèdicati alla lettura, all’esortazione e all’insegnamento. Non trascurare il dono che è in te e che ti è stato conferito, mediante una parola profetica, con l’imposizione delle mani da parte dei presbìteri.
Abbi cura di queste cose, dèdicati ad esse interamente, perché tutti vedano il tuo progresso. Vigila su te stesso e sul tuo insegnamento e sii perseverante: così facendo, salverai te stesso e quelli che ti ascoltano.

Timoteo, compagno di missione di Paolo fin dal secondo viaggio missionario dell’apostolo, è un giovane a cui viene affidata la guida della comunità di Corinto, una comunità vivace e conflittuale (lo deduciamo dalle lettere di Paolo).
Paolo non ha paura di affidare la responsabilità della comunità ad un giovane e chiede a tutti di rispettare il suo ruolo. Contemporaneamente Paolo non abbandona Timoteo nelle sue responsabilità, ma lo accompagna paternamente attraverso dei consigli che possono essergli utili nell’esercizio del ministero.

A volte nelle nostre comunità facciamo fatica a valorizzare i giovani, anche i giovani presbiteri, e quando affidiamo loro delle responsabilità, non sempre ci preoccupiamo di accompagnare e sostenere quel giovane nell’esercizio del suo servizio ministeriale, correndo il rischio bruciarlo e di giudicarlo troppo fragile.
Questo equilibrio è piuttosto delicato e si deve imparare continuamente. Responsabilità e cura sono due elementi importanti per valorizzare tutti i nostri giovani.

Dal Salmo 110
Le opere delle sue mani sono verità e diritto,
stabili sono tutti i suoi comandi,
immutabili nei secoli, per sempre,
da eseguire con verità e rettitudine.

Mandò a liberare il suo popolo,
stabilì la sua alleanza per sempre.
Santo e terribile è il suo nome.

Principio della sapienza è il timore del Signore:
rende saggio chi ne esegue i precetti.
La lode del Signore rimane per sempre.

Preghiamo
O Dio, che hai creato e governi l’universo,
fa’ che sperimentiamo la potenza della tua misericordia,
per dedicarci con tutte le forze al tuo servizio.

WhatsApp Image 2019-09-16 at 12.26.58

WhatsApp Image 2019-09-13 at 17.05.08

Un pensiero su “Largo ai giovani

  1. Sono molto d’accordo con quanto scrivi, anzi trovo che in genere oggi si diano troppo poche responsabilità ai giovani, nella Chiesa e nella società, continuando a trattarli come bambini incapaci fino ad età matura… Forse è proprio questo che li rende fragili e insicuri, mentre se mostrassimo di credere veramente nelle loro capacità, come Paolo con Timoteo, probabilmente avrebbero anche piacere di collaborare con degli adulti che possono trasmettere loro qualcosa di importante per la loro vita! Penso a me che ho cominciato a lavorare a 25 anni e a 30 ho iniziato a fare trattativa sindacale con l’azienda…certo all’inizio l’inesperienza gioca qualche scherzo, ma se non si inizia mai come si fa a costruirsela l’esperienza? E mi ricordo quanto mi sentivo sulle spalle la responsabilità dei miei 130 colleghi… Invece in parrocchia spesso sento parlare dei giovani di quell’età come dei “burdel”, termine affettuoso certo, ma anche squalificante… E penso a Grazia, che abbiamo accompagnato poco fa incontro al Signore, a quanto ha dato a me catechista inesperta (non posso dire giovane, perché 12 anni fa avevo già 40 anni!😉), con consigli, libri, la sua esperienza, la sua passione che la portava fino all’Alpe di Siusi per i corsi di formazione… Come pure il mio primo segretario provinciale dei bancari della Cisl, Ivano, che mi ha insegnato l’umiltà di stare fino alle 20 di sera ad attaccare con me etichette sulle buste per gli iscritti, nonostante non fosse propriamente confacente al suo ruolo… E poi la Elda, anche lei oggi in Cielo, a cui sono succeduta come responsabile del coordinamento donne… Questi ed altri sono stati i miei maestri, e ringrazio Dio di avermeli mandati! Prego che anche i giovani possano incontrare delle persone così lungo il cammino della loro crescita!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.