Dio ama chi dona con gioia

el-martirio-de-san-lorenzo

Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi (9,6-10)
Fratelli, tenete presente questo: chi semina scarsamente, scarsamente raccoglierà e chi semina con larghezza, con larghezza raccoglierà. Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia. 
Del resto, Dio ha potere di far abbondare in voi ogni grazia perché, avendo sempre il necessario in tutto, possiate compiere generosamente tutte le opere di bene. Sta scritto infatti: «Ha largheggiato, ha dato ai poveri, la sua giustizia dura in eterno».
Colui che dà il seme al seminatore e il pane per il nutrimento, darà e moltiplicherà anche la vostra semente e farà crescere i frutti della vostra giustizia.

Nella festa di san Lorenzo, diacono e martire, mi viene da ricordare quanto dice Paolo nella prima lettera ai Corinzi: «E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova» (1Cor 13,3 – traduzione CEI 1974).
Che cosa rende Lorenzo un testimone e un martire? Che ha vissuto il suo ministero e anche il suo martirio come un atto di amore: lo ha vissuto come un dono gioioso.
Dio ama solo chi dona con gioia, non con tristezza, né per forza. se non c’è amore, non vale nulla.

Penso a tutte le volte che dono qualcosa con fastidio, per risolvere velocemente un incontro antipatico: non serve a nulla! per lo meno a me non giova!

Tra stelle cadenti intraviste e calici di vino tracannati, la festa di san Lorenzo ci aiuti a ricordare che, solo con la gioia e con l’amore possiamo compiere ciò che Dio ci domanda, non per forza, né con tristezza.

Dal Salmo 112
Beato l’uomo che teme il Signore
e nei suoi precetti trova grande gioia.
Potente sulla terra sarà la sua stirpe,
la discendenza degli uomini retti sarà benedetta. 

Felice l’uomo pietoso che dà in prestito,
amministra i suoi beni con giustizia.
Egli non vacillerà in eterno:
eterno sarà il ricordo del giusto.

Egli dona largamente ai poveri,
la sua giustizia rimane per sempre,
la sua fronte s’innalza nella gloria

Preghiamo
O Dio, che hai comunicato l’ardore della tua carità 
al diacono san Lorenzo 
e lo hai reso fedele nel ministero 
e glorioso nel martirio, 
fa’ che il tuo popolo segua i suoi insegnamenti 
e lo imiti nell’amore di Cristo e dei fratelli. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.