Legarsi per conoscere

Dal libro del profeta Osèa
Così dice il Signore: 
«Ecco, la condurrò nel deserto
e parlerò al suo cuore.
Là mi risponderà
come nei giorni della sua giovinezza,
come quando uscì dal paese d’Egitto.
Ti farò mia sposa per sempre,
ti farò mia sposa
nella giustizia e nel diritto,
nell’amore e nella benevolenza,
ti farò mia sposa nella fedeltà
e tu conoscerai il Signore».

Edith Stein nacque nel 1891 a Wroclaw – Breslau in Germania. Nata e formata nella religione ebraica, insegnò egregiamente per diversi anni filosofia, tra grandi difficoltà. Accolse la vita nuova in Cristo attraverso il sacramento del Battesimo e, preso il nome di Teresa Benedetta della Croce, fece il suo ingresso tra le Carmelitane scalze di Colonia, dove si ritirò nella clausura. Durante la persecuzione nazista, esule in Olanda, venne catturata e nel 1942 deportata nel campo di concentramento di Auschwitz presso Cracovia in Polonia, dove venne uccisa nella camera a gas. Nel 1998 viene canonizzata da Giovanni Paolo II e, nel 1999, dichiarata, con S. Brigida di Svezia e S. Caterina da Siena, Compatrona dell’Europa.

Teresa Benedetta della Croce è una santa ancora sconosciuta; eppure è una delle testimonianze di santità più eloquenti del XX secolo. Grande intellettuale, visse una conversione piena e consacrò nella clausura la sua vita al Signore.

Il testo di Osea, scelto come prima lettura, coniuga la radice ebraica di Edith Stein e il suo cammino di conversione-consacrazione. Anche lei è stata condotta nel deserto, ha subito la persecuzione, ma ha vissuto un intenso e pieno rapporto con il Signore, un rapporto che, a pieno titolo, può essere definito sponsale.

Mi colpisce in questo testo di Osea che, solo dopo essersi legati al Signore lo si potrà conoscere. E’ la storia di ogni chiamato, di tutti noi. Il Signore non si rivela a chi non è disposto a mettersi in gioco con lui. Viene in mente quel testo del Vangelo di Matteo nel quale si racconta di una disputa con i farisei: “Entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?». Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?». Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: «Dal cielo», ci risponderà: «Perché allora non gli avete creduto?». Se diciamo: «Dagli uomini», abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta». Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose»”. (Mt 21,23-27)

Dal Salmo 45
Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio:
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre;
il re è invaghito della tua bellezza.
È lui il tuo signore: rendigli omaggio.

Entra la figlia del re: è tutta splendore,
tessuto d’oro è il suo vestito.
È condotta al re in broccati preziosi;
dietro a lei le vergini, sue compagne,
a te sono presentate.

Condotte in gioia ed esultanza,
sono presentate nel palazzo del re.
Ai tuoi padri succederanno i tuoi figli;
li farai prìncipi di tutta la terra.

Preghiamo
Dio dei nostri padri, donaci la scienza della Croce, 
di cui hai mirabilmente arricchito Santa Teresa Benedetta della Croce, 
nell’ora del martirio, 
e fa che per sua intercessione cerchiamo sempre te, Somma Verità, 
fedeli fino alla morte all’eterna alleanza d’amore, 
sigillata nel sangue del Tuo Figlio per la salvezza del mondo.

Un pensiero su “Legarsi per conoscere

  1. Grazie don, per le interessanti intuizioni che la Parola suscita in lei e che mi aiutano a interiorizzarla! È un grande servizio che fa a tutti noi, soprattutto ponendo attenzione alla prima lettura che quasi mai viene attualizzata e che invece è estremamente ricca di suggerimenti per la nostra vita. Buona giornata. Carla

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.