Volontà di Dio

hqdefault

Dal Vangelo secondo Giovanni (6, 35-40)
In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai! Vi ho detto però che voi mi avete visto, eppure non credete. Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

Questo testo mi piace molto. Mi colpisce come Gesù si riferisce alla volontà di Dio.
Noi di solito abbiamo un’idea piuttosto negativa della volontà di Dio. Pensiamo a qualcosa che ci cade addosso e che noi, meschini, non riusciamo ad evitare. E non ci possiamo neppure ribellare: pensiamo che sia una lotta impari. Ci rimane solo l’accettazione rassegnata. Ci diciamo, sconsolati: “Cosa ci posso fare? E’ la volontà di Dio!

Ben diverso è quanto ci dice Gesù: la volontà di Dio è che noi viviamo, che la morte non intacchi la nostra vita, che possiamo risorgere insieme con Cristo nell’ultimo giorno. Questa è la volontà del Padre: la nostra vita.
Come potremmo riporre la nostra fiducia in un essere capriccioso che inspiegabilmente ci fa piombare addosso sofferenze e sventure?
Solo riconoscendo questa volontà di Dio che ci presenta Gesù noi ci possiamo fidare di lui, come Gesù si è fidato obbedendo fino alla morte di croce. Per questo Dio lo ha esaltato e gli ha dato un nome che è sopra ogni nome.
Gesù ci rivela a traccia la strada perché noi accogliamo con fiducia la volontà di Dio.

Dal Salmo 66
Acclamate Dio, voi tutti della terra,
cantate la gloria del suo nome,
dategli gloria con la lode.
Dite a Dio: «Terribili sono le tue opere!».

«A te si prostri tutta la terra,
a te canti inni, canti al tuo nome».
Venite e vedete le opere di Dio,
terribile nel suo agire sugli uomini.

Egli cambiò il mare in terraferma;
passarono a piedi il fiume:
per questo in lui esultiamo di gioia.
Con la sua forza dòmina in eterno.

Giuseppe d'Egitto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.