Via

01-Ponte Foto di Cavanna Bruno

Dal Vangelo secondo Giovanni (14,6-14)
In quel tempo, disse Gesù a Tommaso: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: “Mostraci il Padre”? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò».

Per i camminatori la méta è il cammino.
Per i camminatori è abbastanza chiaro cosa vuol significare Gesù dicendo “io sono la Via, la Verità e la Vita“, perché per chi cammina, la via non è semplicemente un tratto di strada che separa dalla méta, ma contiene in sé stessa la méta. Mentre si rivela come via, Gesù si rivela anche come verità e vita: tutto nella strada.
La verità che Gesù ci porta è quella di essere Figlio di Dio e di mostrarci il volto autentico del Padre che solamente il Figlio ci può rivelare, così come solamente il Padre può farci conoscere pienamente il Figlio.

In questo giorno la chiesa festeggia Filippo e Giacomo due discepoli della prima ora che hanno percorso interamente la via con Gesù. A volte, quando si perde il senso del camminare, prevale il desiderio di conquistare immediatamente la méta. Gesù ci rimanda alla strada, a stare con lui per sperimentare la vita da figli, la méta di ogni cammino di fede.

Dal Salmo 19
I cieli narrano la gloria di Dio,
l’opera delle sue mani annuncia il firmamento.
Il giorno al giorno ne affida il racconto
e la notte alla notte ne trasmette notizia. 

Senza linguaggio, senza parole,
senza che si oda la loro voce,
per tutta la terra si diffonde il loro annuncio
e ai confini del mondo il loro messaggio.

locandina pellegrinaggio ROma copia

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.