La verifica

san-tommaso-apostolo-777x437

Dal Vangelo secondo Giovanni (20,19-31)
La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati». Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».
Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

Tommaso apostolo chiede di vedere con i suoi occhi e toccare con mano il Risorto per poter credere. La sua esigenza trova una risposta nella nuova apparizione di Gesù risorto. Ancora una volta la testimonianza dei discepoli risulta inefficace se non è accompagnata dall’esperienza dell’incontro con Gesù vivo. Tommaso non fa i capricci: esprime una esigenza autentica.
Come la predicazione di Gesù avveniva attraverso parole e segni, così negli Atti degli apostoli la predicazione dei testimoni della risurrezione è accompagnata da alcuni segni: una comunità di uomini e donne trasformati dallo Spirito, alcuni segni che testimoniano che Gesù risorto continua ad operare attraverso la sua Chiesa.

Perché Tommaso non ha creduto all’annuncio dei suoi amici? Forse perché lo Spirito concesso loro in dono non aveva trovato una dimora accogliente nel loro cuore; forse perché ancora prevaleva la paura e il dubbio. Hanno detto delle parole, ma non hanno rimosso l’incredulità di Tommaso.

L’annuncio della Parola diventa credibile e verificabile se è portato da uomini e donne la cui vita è trasformata dallo Spirito e resa segno della vittoria di Cristo sulla morte. Allora, nella vita del testimone, è possibile toccare la ferita guarita, segno di un amore che lascia traccia e che è riconoscibile come azione di una grazia che ha sanato il peccato e la morte che caratterizzava la nostra vita prima di aver incontrato il Signore ed avere accolto la sua Parola di vita.

Dal Salmo 118
Dica Israele: «Il suo amore è per sempre».
Dica la casa di Aronne:
«Il suo amore è per sempre».
Dicano quelli che temono il Signore:
«Il suo amore è per sempre».

La pietra scartata dai costruttori
è divenuta la pietra d’angolo.
Questo è stato fatto dal Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.
Questo è il giorno che ha fatto il Signore:
rallegriamoci in esso ed esultiamo!

Ti preghiamo, Signore: Dona la salvezza!
Ti preghiamo, Signore: Dona la vittoria!
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore.
Il Signore è Dio, egli ci illumina.

Un pensiero su “La verifica

  1. Ripensando al Vangelo di Marco di ieri…in realtà “non credettero” a nessuno di quelli che avevano visto il Signore risorto! Finché non è apparso anche a loro! Forse allora il testimone con la sua vita trasformata può solo suscitare il desiderio di “vedere e toccare” personalmente Gesù, e quando questo desiderio e’ sincero Gesù viene…come e’ successo per Tommaso!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.