E’ il Signore!

12.09.10-EVENTO-PALASPORT-È-IL-SIGNORE

Dal Vangelo secondo Giovanni (21,1-14)
In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma quella notte non presero nulla. Quando già era l’alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non riuscivano più a tirarla su per la grande quantità di pesci. Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro, appena udì che era il Signore, si strinse la veste attorno ai fianchi, perché era svestito, e si gettò in mare. Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: non erano infatti lontani da terra se non un centinaio di metri. Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. Disse loro Gesù: «Portate un po’ del pesce che avete preso ora». Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si spezzò. Gesù disse loro: «Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», perché sapevano bene che era il Signore. Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede loro, e così pure il pesce. Era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli, dopo essere risorto dai morti.

Ci troviamo in Galilea, sul lago di Tiberiade. Le prime apparizioni di Gesù risorto, invece, erano avvenute a Gerusalemme; ma evidentemente alcuni degli apostoli e dei discepoli si sono spostati e sembrano essere ritornati alla loro vita di prima.
Il testo sembra da leggere in parallelo con Lc 5,1-11:, uno dei racconti di vocazione legati alla pesca miracolosa.
Mentre i discepoli fanno l’esperienza della infruttuosità del loro impegno, Gesù si manifesta come uno che chiede il loro aiuto; era stato così all’inizio, quando Gesù era salito sulla barca di Simone per poter parlare alle folle; anche in quella notte non avevano preso nulla. Gesù viene a chiedere quando le reti sono vuote. E’ paradossale questo modo di agire di Gesù. Gesù viene a domandarci aiuto quando noi facciamo l’esperienza della nostra povertà, della nostra pochezza. Ma contemporaneamente ci consegna una parola che porta frutto nella immediatezza e ci consente di riconoscerlo come il Signore. Il segno della pesca sovrabbondante viene subito riconosciuto dai discepoli come un intervento divino, come un segno della presenza del Signore che con la sua parola apre il mare, manda la manna e riempie la rete di pesci.

Salmo 118
Rendete grazie al Signore perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.
Dica Israele: «Il suo amore è per sempre».
Dicano quelli che temono il Signore:
«Il suo amore è per sempre».

La pietra scartata dai costruttori
è divenuta la pietra d’angolo.
Questo è stato fatto dal Signore:
una meraviglia ai nostri occhi.
Questo è il giorno che ha fatto il Signore:
rallegriamoci in esso ed esultiamo!

Ti preghiamo, Signore: Dona la salvezza!
Ti preghiamo, Signore: Dona la vittoria!
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore.
Il Signore è Dio, egli ci illumina.

Un pensiero su “E’ il Signore!

  1. “Gesù viene quando noi facciamo l’esperienza della nostra povertà…” E’ proprio vero, e’ quando ci sentiamo poveri e con “le reti” e le mani vuote che il Signore viene a riempirci il cuore e la vita in maniera inaspettata!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.