Guidato dallo Spirito

deserto-6

Dal Vangelo secondo Luca (4,1-13)
In quel tempo, Gesù, pieno di Spirito Santo, si allontanò dal Giordano ed era guidato dallo Spirito nel deserto, per quaranta giorni, tentato dal diavolo. Non mangiò nulla in quei giorni, ma quando furono terminati, ebbe fame. Allora il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ a questa pietra che diventi pane». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Non di solo pane vivrà l’uomo”».
Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un istante tutti i regni della terra e gli disse: «Ti darò tutto questo potere e la loro gloria, perché a me è stata data e io la do a chi voglio. Perciò, se ti prostrerai in adorazione dinanzi a me, tutto sarà tuo». Gesù gli rispose: «Sta scritto: “Il Signore, Dio tuo, adorerai: a lui solo renderai culto”».
Lo condusse a Gerusalemme, lo pose sul punto più alto del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù di qui; sta scritto infatti: “Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo affinché essi ti custodiscano”; e anche: “Essi ti porteranno sulle loro mani perché il tuo piede non inciampi in una pietra”». Gesù gli rispose: «È stato detto: “Non metterai alla prova il Signore Dio tuo”». 
Dopo aver esaurito ogni tentazione, il diavolo si allontanò da lui fino al momento fissato.

C’è una tensione forte nel testo di san Luca che ci racconta le tentazioni di Gesù nel deserto, testo che, come ogni anno, apre il cammino quaresimale: Gesù, pieno di Spirito Santo, era guidato dallo Spirito nel deserto, tentato dal diavolo. Come possono stare insieme lo Spirito Santo di Dio e il diavolo? Come può coesistere questa presenza benedetta con la tentazione?
Per noi – idealmente – il tempo della tentazione coincide con il tempo della fragilità e della debolezza. Ci sembra che sia proprio quella la situazione in cui siamo maggiormente esposti. Nel tempo di ricchezza dello Spirito, invece, ci sentiamo forti e protetti.

Gesù è guidato dalla Spirito nella tentazione perché il Signore non ci abbandona mai, anzi, proprio quando siamo tentati, quando dobbiamo fare i conti con il pensiero che ci allontana da Dio, lo Spirito è lì accanto a noi a ricordarci quella Parola che ci illumina e ci permette di ricuperare la giusta direzione. Il ricorso costante alla Parola che Gesù ci insegna per far fronte alla tentazione è il frutto della presenza dell Spirito accanto a noi.

Le tentazioni sono quelle di sempre: la risposta istintiva ai nostri bisogni senza ricordare le priorità e le scelte compiute; la tentazione del potere e quella della fama; la manipolazione di Dio per i nostri scopi e i nostri obiettivi. Sono le tentazioni che coinvolgono anche noi quando per esempio ci troviamo in difficoltà a far fronte all’esigenza di soddisfare “le nostre voglie” a scapito di tutto e di tutti; quando ci lasciamo prendere dalla logica del potere e del successo a tutti i costi; quando usiamo il nome di Dio per ottenere dei benefici per noi stessi…

Il presidio sicuro alla tentazione, oltre alla presenza dello Spirito, è il ricorso alla Parola di Dio, che ci orienta e ci rimette in contatto con la nostra grande chiamata, quelle di essere figli di Dio.

Dal Salmo 91
Chi abita al riparo dell’Altissimo
passerà la notte all’ombra dell’Onnipotente.
Io dico al Signore: «Mio rifugio e mia fortezza,
mio Dio in cui confido».

Non ti potrà colpire la sventura,
nessun colpo cadrà sulla tua tenda.
Egli per te darà ordine ai suoi angeli
di custodirti in tutte le tue vie.

Sulle mani essi ti porteranno,
perché il tuo piede non inciampi nella pietra.
Calpesterai leoni e vipere,
schiaccerai leoncelli e draghi.

«Lo libererò, perché a me si è legato,
lo porrò al sicuro, perché ha conosciuto il mio nome.
Mi invocherà e io gli darò risposta;
nell’angoscia io sarò con lui,
lo libererò e lo renderò glorioso».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.