Tutto è possibile per chi crede

lavorosett09

Dal Vangelo secondo Marco (9,14-29)
In quel tempo, [Gesù, Pietro, Giacomo e Giovanni, scesero dal monte] e arrivando presso i discepoli, videro attorno a loro molta folla e alcuni scribi che discutevano con loro. 
E subito tutta la folla, al vederlo, fu presa da meraviglia e corse a salutarlo. Ed egli li interrogò: «Di che cosa discutete con loro?». E dalla folla uno gli rispose: «Maestro, ho portato da te mio figlio, che ha uno spirito muto. Dovunque lo afferri, lo getta a terra ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non ci sono riusciti». Egli allora disse loro: «O generazione incredula! Fino a quando sarò con voi? Fino a quando dovrò sopportarvi? Portatelo da me». E glielo portarono. 
Alla vista di Gesù, subito lo spirito scosse con convulsioni il ragazzo ed egli, caduto a terra, si rotolava schiumando. Gesù interrogò il padre: «Da quanto tempo gli accade questo?». Ed egli rispose: «Dall’infanzia; anzi, spesso lo ha buttato anche nel fuoco e nell’acqua per ucciderlo. Ma se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci». Gesù gli disse: «Se tu puoi! Tutto è possibile per chi crede». Il padre del fanciullo rispose subito ad alta voce: «Credo; aiuta la mia incredulità!». 
Allora Gesù, vedendo accorrere la folla, minacciò lo spirito impuro dicendogli: «Spirito muto e sordo, io ti ordino, esci da lui e non vi rientrare più». Gridando, e scuotendolo fortemente, uscì. E il fanciullo diventò come morto, sicché molti dicevano: «È morto». Ma Gesù lo prese per mano, lo fece alzare ed egli stette in piedi.
Entrato in casa, i suoi discepoli gli domandavano in privato: «Perché noi non siamo riusciti a scacciarlo?». Ed egli disse loro: «Questa specie di demòni non si può scacciare in alcun modo, se non con la preghiera».

Quando tutto sembra perduto, e perfino i discepoli di Gesù – a cui quel padre era ricorso – hanno deluso le aspettative, rimane la pura invocazione di aiuto… “se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci“.
Di fronte a quel ragazzo che  è scosso dalle convulsioni, contro ogni logica, Gesù si ferma a parlare con il padre. E’ lui che deve essere incontrato; è lui che ha perso la speranza… e Gesù lo guida nel cammino della fede che parte dalla sua invocazione scomposta. Gesù lo porta a guardare oltre il limite che il male ci impone e a guardare le cose dal punto di vista di Dio…

Cosa era venuto a cercare quel padre dai discepoli di Gesù? Nella sua disperazione per lo stato del figlio, un altro tentativo impossibile; come dire: proviamo anche questa!
Ma Gesù lo guida all’incontro con il volto di un Dio che non è indifferente e che “traccia percorsi impossibili” per venire in aiuto all’uomo perché a lui nulla è impossibile. A questo padre serve un salto nella fede, ma ormai è sfinito. Mette tutta la fede che ha e chiede al Signore di andargli incontro: “Credo; aiuta la mia incredulità!“.
Come sentiamo vera la professione di fede di questo padre! Totale eppure piccola. Completa eppure insufficiente (lui stesso se ne rende conto). Ma è il varco sufficiente che consente a Gesù di entrare e portare la vita lì dove era solo sentore di morte.

Dal Salmo 16
Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio.
Ho detto al Signore: «Il mio Signore sei tu,
solo in te è il mio bene».

Il Signore è mia parte di eredità e mio calice:
nelle tue mani è la mia vita.
Per me la sorte è caduta su luoghi deliziosi:
la mia eredità è stupenda.
Benedico il Signore che mi ha dato consiglio;
anche di notte il mio animo mi istruisce.

Io pongo sempre davanti a me il Signore,
sta alla mia destra, non potrò vacillare.
Per questo gioisce il mio cuore
ed esulta la mia anima;
anche il mio corpo riposa al sicuro,
perché non abbandonerai la mia vita negli inferi,
né lascerai che il tuo fedele veda la fossa.

Mi indicherai il sentiero della vita,
gioia piena alla tua presenza,
dolcezza senza fine alla tua destra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.