Rifiuto

20060904xtinsynagogue

Dal Vangelo secondo Luca (4,21-30)
In quel tempo, Gesù cominciò a dire nella sinagoga: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato». 
Tutti gli davano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: «Non è costui il figlio di Giuseppe?». Ma egli rispose loro: «Certamente voi mi citerete questo proverbio: “Medico, cura te stesso. Quanto abbiamo udito che accadde a Cafàrnao, fallo anche qui, nella tua patria!”». Poi aggiunse: «In verità io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. Anzi, in verità io vi dico: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elìa, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elìa, se non a una vedova a Sarèpta di Sidòne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo; ma nessuno di loro fu purificato, se non Naamàn, il Siro».
All’udire queste cose, tutti nella sinagoga si riempirono di sdegno. Si alzarono e lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte, sul quale era costruita la loro città, per gettarlo giù. Ma egli, passando in mezzo a loro, si mise in cammino.

Meraviglia e rifiuto.
Una meraviglia ambigua, perché da una parte si attendono che Gesù dia seguito alle parole di Isaia proclamate nella sinagoga; “se sei venuto per compiere quelle promesse, fallo ora, qui davanti a noi, come si dice che tu abbia fatto altrove!”; d’altra parte permane un pregiudizio su Gesù che impedisce di credere che proprio lui possa essere l’inviato di Dio annunciato dai profeti. Nel Vangelo di Marco si dice esplicitamente, in merito a questo episodio, che Gesù non poté fare alcun miracolo a causa della loro incredulità (Cfr. Mc 6,6).

Gesù tenta di introdurre quelle persone nella logica della fede, quella che aveva consentito anche a due pagani al tempo dei grandi profeti Elia ed Eliseo di poter ottenere salvezza da Dio; Gesù indica la via che devono percorrere se desiderano vedere ciò che Dio è capace di realizzare; ma essi – invece – si scandalizzano pesantemente.

Il pregiudizio si trasforma in rifiuto violento, tanto che decidono di gettarlo già da un dirupo. D’altra parte, di fronte a Gesù, non esiste mai un rifiuto moderato: tutti coloro che gli si contrappongono arrivano alla determinazione di ucciderlo.

Gesù passando in mezzo a loro si mise in cammino. Gesù voleva partire da Nazareth, dalla città in cui aveva vissuto buona parte della sua vita, ma proprio qui, nella sua casa, come ogni profeta, viene rifiutato. Gesù inizia il suo cammino, un cammino che lo porterà fino a Gerusalemme e alla Pasqua. Già a Nazareth si intravedono gli esiti del suo cammino; anche a Gerusalemme sarà oggetto di rifiuto e anche là decideranno di ucciderlo.

Salmo 2
Perché le genti sono in tumulto
e i popoli cospirano invano?
Insorgono i re della terra
e i prìncipi congiurano insieme
contro il Signore e il suo consacrato:
«Spezziamo le loro catene,
gettiamo via da noi il loro giogo!».

Ride colui che sta nei cieli,
il Signore si fa beffe di loro.
Egli parla nella sua ira,
li spaventa con la sua collera:
«Io stesso ho stabilito il mio sovrano
sul Sion, mia santa montagna».

Voglio annunciare il decreto del Signore.
Egli mi ha detto: «Tu sei mio figlio,
io oggi ti ho generato.
Chiedimi e ti darò in eredità le genti
e in tuo dominio le terre più lontane.
Le spezzerai con scettro di ferro,
come vaso di argilla le frantumerai».

E ora siate saggi, o sovrani;
lasciatevi correggere, o giudici della terra;
servite il Signore con timore
e rallegratevi con tremore.
Imparate la disciplina,
perché non si adiri e voi perdiate la via:
in un attimo divampa la sua ira.
Beato chi in lui si rifugia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.