Annunciare e guarire

franz_15.jpg

Dal Vangelo secondo Luca (9,1-6)
In quel tempo, Gesù convocò i Dodici e diede loro forza e potere su tutti i demòni e di guarire le malattie. E li mandò ad annunciare il regno di Dio e a guarire gli infermi.
Disse loro: «Non prendete nulla per il viaggio, né bastone, né sacca, né pane, né denaro, e non portatevi due tuniche. In qualunque casa entriate, rimanete là, e di là poi ripartite. Quanto a coloro che non vi accolgono, uscite dalla loro città e scuotete la polvere dai vostri piedi come testimonianza contro di loro». Allora essi uscirono e giravano di villaggio in villaggio, ovunque annunciando la buona notizia e operando guarigioni.

Il Vangelo è molto chiaro e viene ribadito in più passaggi; la missione è costituita da due elementi di pari dignità: annunciare il regno di Dio e guarire i malati.
Come Gesù anche i discepoli devono vivere la missione attraverso queste due dimensioni.
L’annuncio del Regno di Dio presente, l’annuncio del Vangelo, è la grande chiamata ad aprirsi a ciò che Dio sta compiendo, è la chiamata alla conversione per accogliere l’invito di Dio e “organizzare” la propria vita in base alle nuove priorità definite dall’avvento del regno.
Le guarigioni sono il segno della signoria di Dio sul mondo perché Dio non è soggetto al male e, anche se il male è presente nel mondo, Dio vuole il bene dell’uomo e lotta con lui per riscattarlo da ogni male.

Ci chiediamo oggi se siamo fedeli a questo mandato, se siamo capaci di adempiere la missione che Gesù ci ha affidato.
Cosa significa annunciare il regno di Dio in questo tempo? In un tempo in cui l’uomo sembra aver perduto la speranza; sembra aver rinunciato a desiderare una realtà bella per tutti; sembra appiattito nella ricerca della soddisfazione immediata dei propri bisogni e delle proprie pulsioni; sembra aggrappato ai suoi privilegi indifendibili; … cosa significa annunciare il regno di Dio?
Cosa significa oggi operare guarigioni? Probabilmente le guarigioni più urgenti non sono quelle dalle nuove malattie incurabili, quanto piuttosto da questo stato di prostrazione in cui le persone si sono o sono state rinchiuse senza aver più speranza e voglia di desiderare qualcosa di grande. Questa è la guarigione che i missionari di Gesù possono operare attraverso l’annuncio e la testimonianza di una vita riscattata dal male.

Dal Salmo 19
I cieli narrano la gloria di Dio,
l’opera delle sue mani annuncia il firmamento.
Il giorno al giorno ne affida il racconto
e la notte alla notte ne trasmette notizia.
Senza linguaggio, senza parole,
senza che si oda la loro voce,
per tutta la terra si diffonde il loro annuncio
e ai confini del mondo il loro messaggio.

Là pose una tenda per il sole
che esce come sposo dalla stanza nuziale:
esulta come un prode che percorre la via.
Sorge da un estremo del cielo
e la sua orbita raggiunge l’altro estremo:
nulla si sottrae al suo calore.

Ti siano gradite le parole della mia bocca;
davanti a te i pensieri del mio cuore,
Signore, mia roccia e mio redentore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...