Adesso

luini_bernardino_508_salome_with_the_head_of_st_john_the_baptist

Dal Vangelo secondo Marco (6,16-29)
In quel tempo, Erode aveva mandato ad arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo, perché l’aveva sposata. Giovanni infatti diceva a Erode: «Non ti è lecito tenere con te la moglie di tuo fratello». Per questo Erodìade lo odiava e voleva farlo uccidere, ma non poteva, perché Erode temeva Giovanni, sapendolo uomo giusto e santo, e vigilava su di lui; nell’ascoltarlo restava molto perplesso, tuttavia lo ascoltava volentieri.
Venne però il giorno propizio, quando Erode, per il suo compleanno, fece un banchetto per i più alti funzionari della sua corte, gli ufficiali dell’esercito e i notabili della Galilea. Entrata la figlia della stessa Erodìade, danzò e piacque a Erode e ai commensali. Allora il re disse alla fanciulla: «Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò». E le giurò più volte: «Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fosse anche la metà del mio regno». Ella uscì e disse alla madre: «Che cosa devo chiedere?». Quella rispose: «La testa di Giovanni il Battista». E subito, entrata di corsa dal re, fece la richiesta, dicendo: «Voglio che tu mi dia adesso, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista». Il re, fattosi molto triste, a motivo del giuramento e dei commensali non volle opporle un rifiuto.
E subito il re mandò una guardia e ordinò che gli fosse portata la testa di Giovanni. La guardia andò, lo decapitò in prigione e ne portò la testa su un vassoio, la diede alla fanciulla e la fanciulla la diede a sua madre. I discepoli di Giovanni, saputo il fatto, vennero, ne presero il cadavere e lo posero in un sepolcro.

Il testo che narra il martirio di Giovanni è noto ed è stato commentato più volte. Mi colpisce oggi questa espressione che la figlia di Erodiade consegna ad Erode: «Voglio che tu mi dia adesso, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista».
La sottolineatura sull’esigenza che il desiderio sia esaudito immediatamente, in un adesso che non ammette rimandi, dice molto del peccato che si manifesta in questa vicenda.

Mi sembra di notare che tutta la storia si gioca nell’incapacità di porre tempo in mezzo, quel tempo che avrebbe consentito di considerare le cose da un altro punto di vista e che avrebbe dato spazio a quella perplessità che permetteva ad Erode di considerare perfino piacevole l’ascolto di Giovanni Battista, nonostante i richiami duri e le pressioni della moglie.
La vicenda del martirio è fortemente condizionata da questo “adesso” ebbro del vino e dell’eccitazione della danza…

A volte, semplicemente prendendosi del tempo possiamo acquisire maggiore consapevolezza, possiamo vedere altri aspetti della questione, possiamo ponderare altre opzioni a quelle che, istintivamente, metteremmo in atto.
Chi di noi non si è pentito per una parola detta in un momento di rabbia, per una email inviata frettolosamente, per un messaggio a cui si è data risposta emotiva, per un acquisto fatto in modo compulsivo … nell’ “adesso” non sempre c’è il bene che possiamo compiere; a volte è proprio il luogo in cui si genera la tragedia.

Salmo 1
Beato l’uomo che non entra nel consiglio dei malvagi,
non resta nella via dei peccatori
e non siede in compagnia degli arroganti,
ma nella legge del Signore trova la sua gioia,
la sua legge medita giorno e notte.
È come albero piantato lungo corsi d’acqua,
che dà frutto a suo tempo:
le sue foglie non appassiscono
e tutto quello che fa, riesce bene.

Non così, non così i malvagi,
ma come pula che il vento disperde;
perciò non si alzeranno i malvagi nel giudizio
né i peccatori nell’assemblea dei giusti,
poiché il Signore veglia sul cammino dei giusti,
mentre la via dei malvagi va in rovina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...