Benedetto

18sanbenedettoabate.jpg

Dal Vangelo secondo Matteo (19,27-29)
In quel tempo, Pietro, disse a Gesù: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito; che cosa dunque ne avremo?». E Gesù disse loro: «In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell’uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo, siederete anche voi su dodici troni a giudicare le dodici tribù d’Israele. Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna».

Oggi si festeggia san Benedetto abate, patrono d’Europa e padre dei monaci di Occidente.
Il Vangelo che oggi viene proposto è stato concretizzato nei primi passi della vocazione di san Benedetto il quale avendo consapevolmente abbandonato ogni cosa per seguire il Signore, ricevette una moltitudine di fratelli e sorelle.

Noi solitamente, leggendo questo Vangelo, poniamo l’accento su quanto siamo chiamati ad abbandonare e tendiamo a spaventarci. Se però vale la regola del tesoro nascosto nel campo e ritrovato, per il quale vale la pena vendere ogni cosa, allora l’attenzione non è da porre soprattutto su quanto siamo chiamati a lasciare, ma piuttosto su quanto otteniamo, secondo la promessa del Signore. I santi, come Benedetto, sono la testimonianza vivente di come la Parola di Dio si compia in coloro che si affidano a Lui.

Sulla sua regola e su cosa san Benedetto possa insegnare a noi uomini e donne del XXI secolo, puoi leggere questo articolo

Dal Salmo 112
Beato l’uomo che teme il Signore
e nei suoi precetti trova grande gioia.
Potente sulla terra sarà la sua stirpe,
la discendenza degli uomini retti sarà benedetta.
Prosperità e ricchezza nella sua casa,
la sua giustizia rimane per sempre.

Spunta nelle tenebre, luce per gli uomini retti:
misericordioso, pietoso e giusto.
Felice l’uomo pietoso che dà in prestito,
amministra i suoi beni con giustizia.
Egli non vacillerà in eterno:
eterno sarà il ricordo del giusto.

Cattive notizie non avrà da temere,
saldo è il suo cuore, confida nel Signore.
Sicuro è il suo cuore, non teme,
finché non vedrà la rovina dei suoi nemici.
Egli dona largamente ai poveri,
la sua giustizia rimane per sempre,
la sua fronte s’innalza nella gloria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...