Ad ogni costo?

unnamed

Mt 8,28-34

Molte volte sento questa frase: per la salute non si bada a spese! In effetti le persone spendono molto per la sanità privata; quando incombe un’urgenza, non si bada a spese!

Quanto siamo disposti a pagare per la libertà di una persona?
Quanto siamo disponibili a metterci in gioco concretamente per il bene di qualcun altro? Gesù sembra disponibile a pagare qualsiasi prezzo: una mandria di circa duemila maiali (Cfr. Mc 5,13) è un prezzo accettabile per lui che è arrivato a donare la vita per noi; ma non per gli altri, che lo vedono come una minaccia e dicono le stesse cose dei demoni, solo un po’ più garbatamente: «tu sei venuto a rovinarci!» (Cfr Mc 1,24).
A nulla vale la constatazione che coloro che prima erano furiosi e facevano del male a sé stessi e agli altri siano guariti, come testimonia Marco quando racconta questo episodio – «Giunsero da Gesù, videro l’indemoniato seduto, vestito e sano di mente, lui che era stato posseduto dalla Legione, ed ebbero paura» -, il sentimento che prevale è appunto la paura per sé, per l’economia…

Non c’è bisogno di dire che questo Vangelo mi sembra molto attuale ed ha a che fare con la cronaca di tutti i giorni: quanto siamo disposti a pagare per la salvezza di un altro uomo? E se fosse mio fratello o mio figlio?
Ma lo è – ci direbbe Gesù-! Sei tu che non lo riconosci!

Dal Samo 18
Ti amo, Signore, mia forza,
Signore, mia roccia, mia fortezza, mio liberatore,
mio Dio, mia rupe, in cui mi rifugio;
mio scudo, mia potente salvezza e mio baluardo.

Invoco il Signore, degno di lode,
e sarò salvato dai miei nemici.
Mi circondavano flutti di morte,
mi travolgevano torrenti infernali;
già mi avvolgevano i lacci degli inferi,
già mi stringevano agguati mortali.
Nell’angoscia invocai il Signore,
nell’angoscia gridai al mio Dio:
dal suo tempio ascoltò la mia voce,
a lui, ai suoi orecchi, giunse il mio grido.

Stese la mano dall’alto e mi prese,
mi sollevò dalle grandi acque,
mi liberò da nemici potenti,
da coloro che mi odiavano
ed erano più forti di me.

Mi assalirono nel giorno della mia sventura,
ma il Signore fu il mio sostegno;
mi portò al largo,
mi liberò perché mi vuol bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...