Tu chi sei?

emil_nolde_crucifixion

Gv 8,21-30

Ci sono alcuni passaggi del Vangelo in cui Gesù domanda ai suoi discepoli chi lui sia. E’ una domanda insistente perché, secondo Giovanni (Cfr. 20,30-31), questo è lo scopo del Vangelo. Le risposte sono varie e dipendono molto dai momenti di esaltazione/sconforto che i discepoli vivono.

Nel testo di oggi la domanda è rivolta direttamente a Gesù che sta pronunciando un discorso complesso, ma decisivo; anche se fanno fatica a comprendere quelle parole, capiscono che sono una chiave per arrivare a comprendere chi lui sia. Tu chi sei?

Per risolvere ogni dubbio Gesù rimanda al momento dell’innalzamento sulla croce: lì conoscerete che “Io sono”, lì potrete avere la manifestazione più potente del nome e del volto di Dio che, sulla croce, si rivela nella sua volontà di salvezza per il mondo, una volontà condivisa dal Padre e dal Figlio.

La croce non rappresenta affatto la sconfitta di Dio, ma proprio nel momento del massimo rifiuto dell’uomo, Dio rivela la sua volontà di bene in un sacrificio d’amore che unisce in un solo volere il Padre e il Figlio.

A queste sue parole, molti credettero in lui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...