Divisione e dispersione

gesù allontana demoni

Lc 11,14-23

Gesù scaccia un demonio muto, ma, subito dopo, coloro che sono intorno a lui dicono parole demoniache (diaboliche).
Il diavolo – anche etimologicamente – è colui che divide, che porta divisione.
Quelle parole pronunciate con leggerezza e quasi en passant, rappresentano un’accusa terribile che mira a creare divisione  tra Gesù e coloro che lo seguono: è l’arte del sospetto o, come si dice oggi, della post-verità, che non si preoccupa di verificare le affermazioni, ma si accontenta di diffonderle perché diviene vero ciò che viene diffuso da molti, quasi che la verità si possa imporre secondo le regole dell’audience.

Gesù-scaccia-il-demone-muto

Gesù non sottovaluta l’accusa, ma va fino in fondo nella verifica della sua infondatezza e nella dimostrazione della sua inconsistenza, utilizzando le categorie della divisione.
Può il divisore essere diviso in se stesso? Può essere vittima del suo stesso maleficio?
Cosa si deduce? Non sarà che è venuto – invece – il Regno di Dio che opera attraverso di me?

Gesù conclude con una constatazione: chi non raccoglie con me, disperde.
Ecco il pericolo di tante parole vuote, di tanti discorsi apparentemente attenti ad una verifica scientifica, ma che, a forza di spaccare il capello in quattro, non raccolgono nulla. La scelta è quella di raccogliere insieme con Gesù, di essere attenti ai frutti della sua azione e della sua parola, senza perdersi nei distinguo. Se una cosa viene da Dio va accolta (raccolta) con stupore e gratitudine, non dispersa attraverso sofismi, analisi e valutazioni.

Come si manifesta oggi il Regno di Dio? Come lo accogliamo? Come lo ostacoliamo e gli poniamo resistenza perché lo giudichiamo imperfetto e lontano dai nostri schemi?
Che non ci capiti di essere diabolici, di essere strumenti e fattori di divisione piuttosto che di unione e di comunione.

Dio che ci libera da nostro mutismo ci aiuti a pronunciare parole di unione per raccogliere i frutti del Regno che è presente in mezzo a noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...