Da ogni male…

suocera_di_pietro

Mc 1,29-39

Il Regno di Dio è vicino, aveva annunciato Gesù, proclamando il Vangelo di Dio.
La forza del Regno si diffonde in modo capillare sebbene non clamorosa.
La guarigione della suocera di Pietro non è un miracolo sensazionale, ma è la manifestazione che ogni male viene preso in carico e guarito; non ci sono aspetti della vita dell’uomo che non siano degni di considerazione per il Regno di Dio. Da ogni male il Signore ci libera…

La donna è presa per mano da Gesù che non ha paura del contatto fisico e che proprio per questo si è fatto carne, perché noi potessimo toccarlo con le nostre mani, come Tommaso (Cfr. Gv 20), come Giovanni (Cfr. 1Gv 1,1-4). Essa si rialza, cioè risorge da quello stato in cui il male l’aveva sottoposta e risorge per opera di Gesù… e si mise a servire… perché è questo che fanno i risorti con Cristo, coloro che hanno accolto la vita nuova del Regno di Dio e seguono Gesù: servono come lui, che è venuto per servire, compiendo in loro stessi l’immagine del Figlio amato in cui il Padre ha posto il suo compiacimento.

Per questo l’uomo è stato creato: per amare nel servizio dei fratelli.
La donna risorta per l’opera di Cristo, divenuta partecipe del Regno, è la prima vera discepola di Gesù: colei che compie in se stessa quell’appello che il Vangelo propone a tutti. Sappiamo proprio dal racconto del Vangelo, come sia stato difficile per i discepoli (Pietro in testa) accogliere questa logica del servizio, che invece questa donna, una volta guarita, vive immediatamente.

L’azione liberatrice di Gesù si diffonde nella città di Cafarnao e molti malati e indemoniati, che erano stati condotti a lui, ricevono la guarigione da varie malattie.

Andiamocene altrove: l’annuncio del Regno deve essere portato altrove e non ci si può impossessare di Gesù. Lui va oltre: non lo possiamo trattenere (Cfr. Gv 20), neanche se, come Maria Maddalena, siamo totalmente donati a lui.

Possiamo però seguirlo in quell’altrove dove lui va, per essere testimoni del Regno di Dio, che è vicino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...