Vicino

images

Lc 21,29-33

Il Regno di Dio è vicino. Questa è la buona notizia che ci viene consegnata in questo ultimo giorno dell’anno liturgico.
Esso è come un germoglio che cresce con umiltà e debolezza, ma è portatore di una vita nuova, di qualcosa che nasce dove prima ha dominato la morte.

Il Regno di Dio è vicino perché Dio lo ha già realizzato per noi ed è possibile viverlo nella sequela di Gesù, sperimentando i segni di bene che lui è capace di compiere nella nostra vita.

Possiamo affidarci al Signore perché le sue parole non passeranno.
Se gli antichi e gli idolatri avevano come punto di riferimento il sole, la luna le stelle, la terra o il cielo, tanto da ritenerle come dei (Cfr. Sap 13), tutte queste cose passeranno. Il discepolo tiene come punto di riferimento la parola del Signore, la sua promessa, il suo Vangelo che non passerà, perché la sua parola è stabile come (e più) del cielo.

La parola che non passa è quella che Gesù ha lasciato in eredità ai suoi discepoli prima di salire al cielo: io sarò con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo (Cfr. Mt 28).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...