Tempo di liberazione

__047811___nuvole_vento

Lc 21,20-28

Le situazioni possono essere sempre viste da diversi punti di vista. La pioggia estiva che per il bagnino è una sciagura, è una benedizione per l’agricoltore. Una lieve malattia che è una catastrofe per l’ansioso, è una benedizione per una mamma che aveva bisogno di un giorno per rimanere a casa con i suoi bambini…

Anche le situazioni drammatiche disegnate da Gesù nel Vangelo possono essere interpretate in modo duplice; certamente dal punto di vista esteriore saranno situazioni di sofferenza per tutti, ma per i credenti saranno anche un segno della liberazione.

Nei giorni del terremoto in centro Italia pensavo ad un brano degli Atti degli Apostoli in cui un terremoto è stato la causa di conversione per un uomo e tutta la sua famiglia, grazie alla testimonianza e alla intelligenza pastorale di Paolo (Cfr. At 16). Nel testo di Atti di quel terremoto non si parla se non perché è stato causa di salvezza e di liberazione per quell’uomo. Chissà che cosa era successo in quella città; se ci sono stati dei morti e quanti hanno perso la casa… il testo biblico non me parla perché è concentrato solamente su ciò che conta: la conversione di un uomo e della sua famiglia.
Non è per superficialità che non vengono menzionate le situazioni difficili che qualcuno ha dovuto sopportare in quella circostanza, ma l’accento viene posto su ciò che consente a Dio di operare. E’ come quando noi di una situazione difficile e drammatica ricordiamo solamente come siamo riusciti ad uscirne fuori e i benefici che ci ha portato.

Anche noi possiamo provare a guardare le cose da un altro punto di vista. Possiamo provare a cercare quale benedizione ci potrebbe essere – anche solo per uno – dietro a fatti che tutti considerano una sciagura.

Mi ha colpito una frase del Vescovo che ho già riportato nel testo di ieri: quello che per molti è un rantolo di morte, per altri può essere il dolore di un parto per una nuova vita.
Questo tempo che noi giudichiamo malamente e come un tempo nefasto, quale benedizione ci sta portando? Questa esperienza di debolezza ecclesiale che stiamo sperimentando, quale benedizione porta alla Chiesa stessa e al mondo?

Il Signore ci invita a levare lo sguardo per contemplare la liberazione in arrivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...