Credenti e non creduloni

papa-francesco-amatrice-5

Lc 21,5-11

Non lasciatevi ingannare. Non siate creduloni.
Gesù ci mette in guardia da tutte le ideologie catastrofiste che nelle varie epoche (anche la nostra) attraversano la storia. Ogni tanto qualche profeta di sventura cerca di richiamare l’attenzione con la minaccia di qualche catastrofe o flagello.
Chi non si ricorda la preoccupazione per l’anno 2000 o per la cosiddetta profezia del Maya nel 2012?

A noi piacerebbe riconoscere i segni, avere delle anticipazioni per conoscere cosa accadrà… ma Gesù ci richiama chiaramente sul non lasciarci ingannare da ciò che viene annunciato e terrorizzare da ciò che accade di drammatico.
C’è una bella differenza tra l’essere dei credenti e l’essere dei creduloni.

La fiducia scaccia il timore e il terrore.
Cosa significa vivere nel tempo riconoscendo che la storia in tutte le sue componenti è in mano alla benevolenza di Dio?
Certo non dobbiamo vivere da ebeti, come se nulla ci scalfisse.
Noi condividiamo le gioie e le angosce, i dolori e le sofferenze di tutti gli uomini, ma la speranza nella vittoria di Cristo sulla morte e sull’esito glorioso della storia, ci aiuta a vivere in questo tempo con uno sguardo differente…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...