Benevolenza

deesis

Ef 1,1-10

Oggi non possiamo non lasciarci affascinare da questo splendido testo di san Paolo agli Efesini. La Chiesa ce lo pone sulla bocca nella preghiera dei vespri di ogni lunedì ed è un bellissimo canto alla benevolenza di Dio che ci ha benedetti, scelti e amati prima della creazione del mondo.
Siamo posti davanti al disegno d’amore della sua volontà, quello che è culminato nella Pasqua di Cristo, nella quale noi, mediante il  suo sangue, abbiamo la redenzione, il perdono delle colpe, secondo la ricchezza della sua grazia.

Leggendo questo testo con calma, senza lasciarsi prendere dall’esigenza e dal ritmo della recitazione liturgica, siamo introdotti alla contemplazione di una realtà così profonda e immensa che non può lasciarci indifferenti, non può non commuoverci. Noi siamo posti davanti alla benevolenza di Dio, davanti alla testimonianza sintetica di un amore così gratuito e così grande che ci fa venire le vertigini.
Tutto questo disegno d’amore della volontà di Dio, questa rivelazione della benevolenza di Dio nei nostri confronti, ha un punto di convergenza storico ed eterno: in Cristo siamo stati benedetti, scelti, amati, redenti, gratificati, perdonati; mediante Cristo noi siamo stati resi figli adottivi; in Cristo tutte le cose saranno ricondotte ad unità e sotto il governo della pienezza dei tempi.

Noi possiamo solo dire: Benedetto sia Dio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...