Guarigione e sequela

pieta-tiziano

Lc 8,1-3

Questo testo del Vangelo, che per gli studiosi è un semplice sommario, ci indica la dinamica fondamentale della sequela cristiana, estesa a categorie di persone meno convenzionali rispetto a quelle a cui siamo abituati.
Nel Vangelo si parla di Gesù che annuncia la buona notizia del Regno e si presenta, sommariamente, il gruppo dei suoi discepoli formati da uomini e donne che hanno accolto l’annuncio e che hanno sperimentato su loro stessi la guarigione e la salvezza. Perché ogni sequela nasce sempre da una guarigione!

Il Signore non ci chiama a seguirlo “perché ha bisogno di noi”, ma perché attraverso la sua chiamata salva la nostra vita, la libera da tutti quegli spiriti che ci tengono prigionieri in logiche disumane e lesive della nostra dignità.
Il Signore non chiama dei perfetti, ma chiama dietro a sé persone che hanno fatto l’esperienza della guarigione; e questo non avviene una volta per tutte (come ci testimonia il cammino di Simone/Pietro), ma attraverso chiamate e guarigioni sempre più profonde…

Da cosa il Signore mi deve guarire oggi?

La sequela si esprime poi nel dono di sé e di quanto si ha. Queste donne mettono a disposizione i loro beni per servire il Signore, così come i primi cristiani della comunità di Gerusalemme, una volta battezzati, mettevano ogni cosa in comune (At 2,42-48).
L’obiettivo della sequela, come ancora sperimenterà Pietro, è la risposta nell’amore (Gv 21,14ss), ma questo cammino comincia con piccoli passi, donando le cose, il tempo, fino al dono totale di sé che ci testimoniano i martiri e i santi.

Qual è il dono che il Signore mi domanda oggi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...