Vegliate, il Signore viene

499380671_d1

Mt 24,42-51

Ci sono due tipi di veglie: c’è la veglia gioiosa di chi attende un evento o un incontro bello. Il cuore è agitato nell’attesa del compimento di ciò che si desidera, ed è difficile prendere sonno; è una veglia che non pesa, anzi possiede un valore di partecipazione piena all’evento, rispetto al quale si vuole essere trovati pronti.
Ma c’è anche la veglia angosciata di chi è oppresso dalle preoccupazioni, dalla sofferenza, dall’ansia per la salute di una persona cara. Penso questa notte a tutti coloro che dormo sotto le tende della Protezione civile perché colpiti dal terremoto; penso a chi è in attesa di notizie per le persone disperse o chi ha ricevuto la notizia della morte di una persona cara.

La veglia a cui il Signore ci invita dovrebbe essere una veglia gioiosa, ma siccome il nostro cuore è fragile e ci distraiamo facilmente, il Signore ci mette in guardia dal vivere con superficialità l’attesa, ingannando il nostro tempo con ubriachezze di vario tipo.
Il Signore non ci vuole spaventare, ma ci invita alla vigilanza per vivere in modo pieno la nostra vita, non per angosciarci in un’attesa paurosa per possibili conseguenze nefaste.
Questo Vangelo, nonostante l’invito alla pienezza, se letto al di fuori di una prospettiva di fede, rischia di essere ambiguo; mi fa ricordare un bellissimo film di Nanni Moretti “La stanza del figlio“, in cui si narra della morte improvvisa di un giovane, figlio di uno psichiatra: durante il funerale viene letto proprio questo brano di Vangelo che fa arrabbiare molto il padre, incapace di comprenderlo di fronte al dramma della morte del figlio amato.

Il Signore ci doni una vigilanza gioiosa e attenta, capace di vivere con pienezza la nostra vita e allontani da noi ogni paura, che ci porterebbe ad una vigilanza angosciata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...