Giustizia, misericordia e fedeltà

Mt 23,23-26

Non tutto è uguale nella esperienza della fede. Ci sono cose più importanti che danno senso anche alle minori. Ci sono alcune dimensioni che costituiscono il fondamento, la base di tutto. Gesù riassume il fondamento dell’etica evangelica in tre parole: giustizia, misericordia e fedeltà.
La giustizia è riconoscere l’ordine delle cose cosi come Dio le vuole e rendersi disponibili per collaborare a questo ordine. Lottare per la giustizia significa rinunciare ad essere noi il punto di riferimento della realtà, rinunciare a vivere “secondo me”.

La misericordia è la dimensione creativa dell’amore che Dio ci chiede di partecipare. Il nome di Dio è Misericordia ed essa appartiene a Dio, ma lui ha scelto di condividerne la potenza con noi, per renderci capaci di diventare creativi per amore. La misericordia pone in essere ciò che non esiste e non può esistere “per legge”.

La fedeltà riguarda la nostra relazione con il Signore ed è molto di più della coerenza. La fedeltà ci rimanda alla esigenza di considerare Dio come una persona e non come un “sistema” di dogmi, regole e valori. La fedeltà ci mette in gioco personalmente e ci chiede di mettere la nostra parte nella relazione.

Dati questi tre fondamenti tutto il resto può venire di conseguenza, a patto che si riesca ad uscire dalla logica puramente formale ed esteriore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...